*** ESCLUSIVO *** – Procedimento Titoli. Parte13^ – Le ”esternazioni” del Presidente Grais e la posizione di Ugo Granata

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Questo è il quattordicesimo articolo (parte 13^) relativo alla pubblicazione della richiesta di documentazione inviata dal Commissario della Legge avv. Simon Luca Morsiani.

Se vuoi leggere il primo articolo clicca su questo titolo: ”*** ESCLUSIVO *** – Procedimento Titoli. Ecco la richiesta documenti. Prefazione”

Ecco il secondo articolo *** ESCLUSIVO *** – Procedimento Titoli. Parte1^ – L’acquisto dei titoli c.d. ”Demeter” e le aspettative di finanziamento di sistema

Ecco la prima parte del terzo articolo –*** ESCLUSIVO *** – Procedimento Titoli. Parte2^ L’intermediazione tramite Banca Cis. 1

Questa la seconda parte del terzo articolo *** ESCLUSIVO *** – Procedimento Titoli. Parte2^ L’intermediazione tramite Banca Cis. 2

Ecco il quarto articolo *** ESCLUSIVO *** – Procedimento Titoli. Parte3^ L’intesa ”interna” alla struttura di Banca Centrale: la sinergia tra Savorelli, Siotto e Mirella Sommella

Questo il quinto articolo *** ESCLUSIVO *** – Procedimento Titoli. Parte4^ – Comunicazioni esterne al circuito istituzionale di Banca Centrale

Il sesto articolo: *** ESCLUSIVO *** – Procedimento Titoli. Parte5^ – Comunicazioni esterne al circuito istituzionale di Banca Centrale

il settimo articolo *** ESCLUSIVO *** – Procedimento Titoli. Parte6^ – L’esito degli approfondimenti delegati

l’ottavo articolo *** ESCLUSIVO *** – Procedimento Titoli. Parte7^ – I contatti con ”A”, ”F”, ”FC”, ”Francesco”

ecco il nono articolo *** ESCLUSIVO *** – Procedimento Titoli. Parte8^ – I temi riservati

il decimo articolo *** ESCLUSIVO *** – Procedimento Titoli. Parte9^ – Le condivisioni riguardo Cassa di Risparmio e agli interventi normativi

l’undicesimo articolo LE CONVERSAZIONI INERENTI L’ACQUISTO ”DEMETER”

Il dodicesimo articolo GLI ANOMALI CONFRONTI NELLA GESTIONE DELLA POSIZIONE DI ”ASSET BANCA”

il tredicesimo articolo I CONFRONTI ESTERNI ALL’ISTITUTO ANCHE IN MERITO ALL’ORGANIZZAZIONE INTERNA


Ecco il quattordicesimo articolo (parte 13^)

Va detto che emergono alcune – certo più rare – evidenze del fatto che l’allora Presidente Grais abbia avuto scambi con ”F”.

Sono significativi, in proposito, i messaggi del 02.12.2016 da SIOTTO a Grais: ”Do I need to F. and L. about the potential opposition within the Cda?” e di Grais a SIOTTO: ”I already mentioned if to F.” Lo stesso Grais pare, in alcune circostanze, in qualche modo ”rafforzato” da un’azione concorde di ”F”.

(SAVORELLI: ‘‘ok lo dico a Wafik ma ci vuole l’endorsement di FC”)

Non appare tuttavia che la sinergia coinvolga Wafik Grais a titolo altrettanto intenso quale quello riscontrato nel gruppo stretto di SOMMELLA, SIOTTO, SAVORELLI.

(SAVORELLI: Me ne ha parlato Wafik, Io non voglio entrarci, né sono mai stato sollecitato direttamente sul tema. Se vuoi manda due righe a A o falle mandare da Wafik. Io NON NE VOGLIO SAPERE!!!!!!!!!!!!!!).

La posizione di Wafik Grais pare essere in qualche modo ”tutelata” dal gruppo più stretto, come quando avviene nel momento della ricezione in Banca Centrale di una lettera anonima di ambiguo contenuto (anche in questo caso è ”F” a determinare la strategia: 19.10.2016, SAVORELLI a SIOTTO: ”F. dice di non mandare la lettera minatoria a Wafik ci pensa lui domani”).

Una divaricazione delle posizioni è ancora più evidente nella fase conclusiva dei rapporti. SAVORELLI, 26.09.2017: ”Sono molto deluso da Wafik. Nella sua lettera di dimissioni cita tutto fuorché me”; e ancora, a SIOTTO, il 30.09.2017: ”i rapporti dell’internal Audit sono in primo luogo recepiti dal presidente…Wafik ha ricevuto per primo questo documento e avrebbe dovuto parlartene.. gli farei scrivere una richiesta formale al presidente… prima di dargliela o chiamerei e gli direi caro Wafik per favore dammi questo documento prima che debba fartelo chiedere dai miei avvocati… fra le argomentazioni a favore dell’intervento su CIS vi è la lettera a me del Presidente e il fatto che questa operazione permetteva di generare un sostanziale rendimento positivo a favore della Banca, andando così a coprire in parte lo shortfall di Bilancio di 1.2 milioni di euro causato dall’inadempienza del Governo che non voluto pagare appieno il valore dei servizi ad esso offerti da Banca Centrale…”

Analoghe considerazioni valgono per Ugo GRANATA, che, pur dovendo senz’altro a tratti essere in grado di percepire le influenze esterne sulle valutazioni assunte, quantomeno nell’ambito della vigilanza, non appare – sulla scorta delle evidenze in atti – interlocutore primario e diretto dei referenti esterni descritti. In tal senso depone più di un passaggio tra quelli rilevati (19.12.2016, SIOTTO: ‘‘Bisognava lavorare su tutti i fronti: con Ugo per rendere ben accetto questo nuovo arrivo…”).

La sensazione, poi, che il ”riferimento” esterno possa essere costituito in realtà da più di un soggetto emerge da alcuni passaggi contestuali (”SAVORELLI: ”Fai quello che ti ho detto: 1) chiama Francesco 2) Su questo consultiamo F.C. […], ma, come già osservato, l’eventuale accertamento di una molteplicità di riferimenti esterni, altrettanto penetranti, in nulla allevierebbe la percezione di una stabile propensione della Dirigenza SAVORELLI – e della ”squadra” ad essa stretta – a travalicare i limiti della riservatezza consoni alle funzioni di Istituto, esponendo l’azione di Banca Centrale ad interferenze esterne.

Ciò naturalmente, – prosegue Morsiani – , non solo a contorno dell’operazione di acquisto titoli ”Demeter” di cui in precedenza, per quanto le caratteristiche della stessa appaiono indubbiamente molto meno episodiche e ben strutturate, ad esito delle premesse considerazioni. Tanto vale, infatti, a maggior ragione rispetto ai riferimenti emersi a proposito delle procedure concorsuali, degli interventi a supporto della liquidità, delle revisioni normative cui si è fatto riferimento, nonché quanto alla collaborazione con determinati consulenti piuttosto che altri (05.12.2016, SAVORELLI a SIOTTO: ‘‘Puoi per favore controllare il nome di Gramm Thornton come ti ha chiesto Francesco?) oltre che propiziare regole interne che consentissero al Presidente e al Direttore Generale di avere una maggiore autonomia di spesa e scelta dei fornitori, come meglio emerge dagli apprendimenti di polizia giudiziaria. (rif. prot. 17/PP/23-63 del 22.03.2018)

Commissario della Legge Simon Luca Morsiani

 

Fine

 

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com