Governo: M5S, subito al voto. Di Maio: ‘Con un governo di tregua, partiti traditori del popolo’

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

“Io spero che non ci sia opposizione, e che si vada al voto il prima possibile. Se metteranno il presidente Mattarella in condizione di individuare questo governo di tregua, gli altri partiti saranno stati i traditori del popolo”. Lo ha detto Luigi Di Maio, leader di M5S, conversando con i cronisti in Transatlantico. “Al voto il prima possibile – ha insistito Di Maio -. Anche il 24 giugno. Abbiamo studiato che si può fare”.

Secondo Di Maio, “se il governo di tregua nasce è perché Salvini si è alleato con il Pd”.

In precedenza era intervenuto a Radio Anch’Io pure il capogruppo al Senato del 5Stelle Danilo Toninelli. “Questi governi tecnici, di tregua, di transizione, del presidente sono fatti per tirare a campare, preferisco andare a votare”. “Se è un governo tanto per fare e tirare a campare con dentro Renzi e Berlusconi non so cosa direbbero i cittadini fuori. Non permetteremo di continuare a distruggere il Paese”. No a Mattarella e voto subito?, chiede Giorgio Zanchini. “Esatto”, risponde Toninelli.

“Bisogna andare a votare adesso per non protrarre la crisi del Paese e per avere un governo che faccia le cose, non la legge elettorale e le riforme istituzionali – ha aggiunto Toninelli -. Salvini ha fatto il ‘Porcellum’ (la precedente legge elettorale, ndr), Renzi è stato già bocciato clamorosamente al referendum istituzionale”. “E’ un ballottaggio tra noi e non so chi altro – ha detto Tonielli su un eventuale, nuovo voto -. Dateci la possibilità di andare a governare”.

Ansa.it

  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com