San Marino. Baseball, INTERVISTA AL MANAGER MARCO NANNI

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

C’è tutto un mondo intorno, ma c’è, ci sarà tra poche ore, anche la partita. La cosa più importante, in fondo. Alle 20.30 di venerdì 1° settembre, a Serravalle, scatta l’edizione 2017 dell’Italian Baseball Series, una finale scudetto che vede la T&A San Marino affrontare Rimini in un remake dell’ultimo atto del 2013. Dopo il primo lancio, che sarà effettuato dal Segretario di Stato allo Sport della Repubblica di San Marino, Marco Podeschi, via allo showdown.

“Si parte – commenta il manager della T&A, Marco Nanni – e noi dovremo essere bravi ad affrontare questo appuntamento al meglio, con la giusta tensione agonistica e la giusta serenità. Anzi, direi che a livello numerico bisognerebbe essere tesi e carichi al 66% e sereni al 33%. Partite importanti, non ci deve essere niente che si frapponga tra noi e il pensiero a esse”

Sarà derby con Rimini, che sabato scorso ha avuto la meglio in gara5 di Bologna…

“Rimini è carica, tonica. Lo è stata in gara5 ma anche in tutta la serie con l’UnipolSai. Affronteremo una squadra che non vuole concedere nulla e che sa sfruttare le occasioni, specialmente con un cuore del line-up caldo formato da Garbella, Celli e Vasquez al quale fare particolarmente attenzione”

Quanto incide che sia ‘anche’ un derby?

“Credo che incida relativamente, soprattutto a questo punto della stagione. L’importanza della finale scudetto oltrepassa tutto, obiettivamente”

Quale deve essere la ricetta per la T&A?

“Dobbiamo continuare con la nostra idea di gioco, che nell’ultimo periodo stiamo esprimendo bene. Insomma, qualità e determinazione, ben sapendo che le opportunità per far male arriveranno: dobbiamo solo aspettare ed essere bravi a saperle cogliere”

  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com