San Marino. Galullo intervista Francesco Agostinelli, il cavaliere “bianco-nero”, che vuole comprare una banca a San Marino

Ha fatto rumore con la sua offerta da 23 milioni conto terzi (vera? falsa? provocatoria?) di Bcs, la banca di San Marino che invece, nello scorso fine settimana è finita nella rete di Asset Banca. Lui,Francesco Agostinelli e la cordata che dice di rappresentare, non è stato neppure preso in considerazione al momento della vendita. Cestinato.

Agostinelli ha invaso le caselle postali di alcuni giornalisti in queste ore, sbraitando e rilanciando la regolarità dell’offerta di acquisto e ricordando contemporaneamente il suo passato fatto di lavoro gomito a gomito con la finanza sammarinese ma anche di lunghi contenziosi sul Titano e disavventure giudiziarie: dall’arresto per droga al coinvolgimento nell’operazione Vulcano, nella quale ultima il filo rosso è la camorra.

Ha accettato questa intervista a una condizione: domande e risposte scritte. Meglio di niente per farvi conoscere (con tutti i limiti della conversazione) il protagonista di questa strana avventura creditizia il cui fine ultimo è ancora tutto da scrivere. Un cavaliere “bianco-nero” in soccorso della finanza sammarinese che San Marino rifiuta.

Signor Agostinelli quale attività svolge? Di quali società è socio? Qual è il suo passato e il suo presente imprenditoriale?
Dopo aver studiato legge e analisi bancaria, mi misi all’opera come analista presso varie aziende, anche con discreta fortuna. Da sempre sono nel mondo delle costruzioni, da oltre venti anni. Anzi per questo primario motivo venni a San Marino, per rilevare dei cantieri di Imm-Capital che poi trovai in netto default e crisi. E da qui anche le mie cause e querele. Ho società anche di consulenza finanziaria … Purtroppo a San Marino lo sanno bene.
Non metto in dubbio ciò che lei scrive – vale a dire nessuna condanna pur alla presenza di azioni giudiziarie in itinere e totale estraneità ai fatti – ma non le sembra che l’offerta provenga comunque da un soggetto indagato per fatti comunque di non poco conto (droga e  operazione Vulcano)?
Certo, lei ha pur ragione. Come ho già detto, nessuna condanna o imputazione neanche di primo grado mi e’ stata attribuita relativa a droga, camorra…Inoltre per questa benedetta operazione Vulcano, dove tra l’altro chiesi io stesso un interrogatorio per rimanerne indenne, venni interrogato solamente in merito al rapporto con Burgagni e signora, clienti Fincapital indebitati e protestati per milioni. Dato che in quel tempo ufficialmente ero in Fincapital, scoprendo gravissime incongruenze finanziarie del sistema sammarinese, denunciai pure il tutto alla Gendarmeria. Le sembra un atteggiamento camorristico? Perchè la gendarmeria di San marino non mi rispose mai? Sono solamente scomodo? I miei accusatoriBurgagniLo Giudice sono pedine di altri? Credo proprio che abbiano voluto fare di me un personaggio dall’immagine torva ed abietta. Sono riusciti nel loro intento e ne sto pagando le conseguenze. Ma per questo ho incorso azioni risarcitorie verso il sistema creditizio. Ricordo che Fincapital ad oggi risulta debitrice nei miei confronti per quasi 4.000.000,00, un sicuro fondo pensione per me! Per quanto riguarda un certo giornalistaOddone che credo scriva nel “Corriere dei piccoli” , crede che stia arrotondando il misero stipendio con qualcuno?
Visto che lo chiede a me non so se Oddone arrotondi lo stipendio da giornalista, dato che la sua professionalità è svolta all’interno dell’Informazione. Se per arrotondare lo stipendio intende attività lecite, libero di farlo come tutti noi. Se sottende invece, maliziosamente, cedere di fronte a interessi diversi e con questo atteggiamento guadagnare soldi, metto la mano sul fuoco sulla limpidezza e sulla specchiatezza del collega Oddone. E’ un validissimo e onesto giornalista che, come me e tutti gli incorruttibili, quando sbaglia, sbaglia in buona fede. Ma torniamo a noi. Alla luce della sua situazione come poteva pensare che la sua offerta sarebbe stata anche lontanamente presa in considerazione?
Proprio perché sono caparbio, voglio far vedere che non temo i loro giochi: di giorno pubblico personaggio da demonizzare e la sera analista con cui patteggiare (presto fornirò i nomi, non solo dei miei, ma dei loro legali, incaricati alle trattative).
Avrei senza alcun problema potuto costituire una newco ad hoc. Pensi che tra gli azionisti di Bcs di Sanmarino, c’è una Sa svizzera che si chiama biciesse (Bcs!), e da una visura camerale risulta la sede in una via di Lugano dove risiedono tante altre società di noti personaggi anche sammarinesi … Forte vero? Che almeno abbiano il danaro per pagarsi degli uffici in luoghi diversi!:). La mia offerta intanto va considerata in virtù di regolarità tecniche e procedurali; Banca Centrale deve giustamente in seguito analizzare la figura dell’acquirente finale in questo caso da me rappresentato e ad oggi ancora nascosto, consapevoli della sicura bagarre mediatica. Marketing strategico?
Credo che la sua sia stata una mera provocazione per tenere accesi i riflettori sul suo contenzioso con Banca centrale, Bsm etc etc. Il fatto stesso che ci abbia messo la sua faccia – pur sapendo che i media avrebbero presto ricollegato la sua figura ai suoi trascorsi in terra sammarinese – non è indice di questa sua volontà di stupire? Vero o falso?

Falso, veda ciò che ho dichiarato prima. Per quanto riguarda i “riflettori” sul vecchio contenzioso con Banca Centrale, Bsm…la documentazione in mio possesso mi garantisce una sicura vittoria. Lei parla dei miei “ riflettori” e delle loro paure?
Lo farei volentieri ma sto intervistando lei e non i suoi competitors o avversari. Chi rappresenta nell’offerta di acquisto? Imprenditori italiani (di quali parti d’Italia eventualmente) o stranieri? Fiduciarie? Altre banche? Insomma descriva il profilo della cordata che avrebbe voluto procedere all’acquisto.
Ci chiamino ufficialmente e subito si appaleserà. Ad oggi rimane fuori dalla bagarre. Strategia.
Cosa pensa del sistema finanziario sammarinese?
Come ho già relazionato nella miriade di pagine della denuncia fatta alla Gendarmeria di San Marino: è marcio
Parliamo di riciclaggio del denaro sporco: a sua conoscenza quanto è praticato questo sport nelle banche e nelle finanziarie sammarinesi?
Non c’è. Il tutto è molto più semplice e redditizio, vedi operazione Fincapital-Bsm e l’attuale operazione Bcs-Asset Bank. Nessun mafioso doc, tutti sammarinesi purosangue!!! In questo li reputo molto autonomi e capaci.!;). La documentazione in mio possesso comprova che: normalmente si anticipano crediti e relative fideiussioni virtuose per milioni; ovviamente le banche le anticipano rilasciando denaro, questa volta vero. consapevolmente non recuperano il credito. Alla fine lo Stato copre con iniezioni di denaro purtroppo pubblico e dei correntisti sani.

Interessante, vada oltre

Non dico altro. Ho delle azioni legali in corso proprio per questo.
Non crede che a qualcuno a San Marino sia venuto il sospetto che la sua stessa operazione sia dubbia alla luce del suo passato seppur, come lei stesso dice, senza alcuna condanna ma comunque con coinvolgimenti giudiziari seri?
Si vedano le mie risposte precedenti. Si ricordi che tutte le mie “disavventure” nascono dopo l’onesta denuncia ai gendarmi !;)
Come può credere che il suo ricorso possa essere preso in considerazione?
Tecnicamente lo posso fare, veda sopra , parleranno i numeri, le cifre, le
date, i piani industriali, fin da oggi disponibili
.
Ci sono altre cose che ritiene che non le abbia chiesto e vuole aggiungere?

Penso di aver detto abbastanza, non devo sconfessarmi ne fare pubblicità inopportuna. Se vorranno un serio mio piano industriale con documenti veri, lo avranno! Almeno potrà essere utile a qualche esponente della falsa finanza Rsm, che
ritenendolo in effetti efficace, me lo copierà e adotterà… Sarebbe bello.
Ma ci voglio soldi veri e non debiti pubblici!;). Dicono Rsm ai Rsm: e’ giusto, noi lo vogliamo fare sicuramente. Sappia e ne ho i documenti, che gli stessi sindacati sono marci: i cittadini sammarinesi sono sprotetti e indifesi come gli agnellini delle favole.
Pero’ allora basta di farmi offerte di patteggiamento e contemporaneamente darmi del ladro…Sembra una vecchia canzone di De Andre’, Bocca di rosa …. Quella che di giorno sembra essere pubblica meretrice … Di notte tutti la vogliono …. E la trattano con i guanti.

Fine della chiacchierata scritta (avrete notato che ho lasciato nell’originale anche i “faccini” tipici del linguaggio sms). Alla prossima puntata (vedrete che non mancherà anche perché nel frattempo Agostinelli continua a spedire una valanga di mail)