San Marino. Interrogazione consigliare della Maggioranza sul consigliere Rete Marianna Bucci: ”è andata in Casale La Fiorina senza permesso!”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Ecco il testo dell’interrogazione consigliare

“Considerato che alcuni familiari dei degenti, nonché alcuni operatori della RSA del Casale La Fiorina hanno segnalato la verificazione di un fatto di notevole gravità, ossia l’allontanamento ingiustificato di un’operatrice OSS che ha lasciato i degenti senza assistenza per alcune ore, al fine di accompagnare il Consigliere Marianna Bucci in una visita presso i locali della RSA Casale La Fiorina, in data 17 febbraio 2018, senza preventiva e doverosa informazione alla Dirigenza della medesima struttura;

– Considerato che la Legge 5 settembre 2014 n.141, intitolata “Codice di Condotta per gli Agenti Pubblici”, all’art. 6, ai commi 1 e 3 stabilisce che “1. L’agente pubblico ha il dovere di comportarsi sempre in maniera da preservare e rafforzare la fiducia dei cittadini e dell’utenza in genere, nell’integrità, imparzialità ed efficacia dell’Amministrazione, delle istituzioni e dei poteri pubblici. […] 3. Nell’esercizio delle sue funzioni l’agente pubblico non deve agire o omettere di agire in maniera arbitraria o discriminatoria a svantaggio di alcuna persona, gruppo di persone o organizzazioni e deve tenere in debita considerazione i diritti, gli obblighi e gli interessi legittimi altrui”;

– Considerato che, se quanto emerso dalle segnalazioni dei familiari dei degenti dovesse risultare vero, il Consigliere Marianna Bucci risulterebbe:

    1. aver indotto un “pubblico agente”, nel caso specifico un’Operatrice Socio Sanitaria, a violare espressamente le norme previste dal codice di condotta sopra citato;

    2. fatto leva su suoi rapporti di conoscenza personale con una OSS per avere un trattamento privilegiato, anche in virtù del suo ruolo, rispetto a qualunque altro cittadino interessato a visitare i locali della RSA Casale La Fiorina,

interroghiamo il Governo per conoscere:

  1. se è vero che il giorno sabato 17 febbraio 2018, durante il turno mattutino, il Consigliere Marianna Bucci si è recata presso il Casale La Fiorina e si è introdotta all’interno dei locali senza presentarsi in portineria per l’accettazione;

  2. se è vero che la stessa è entrata nei locali del Casale La Fiorina passando per una porta secondaria che si apre solo dall’interno dell’edificio, con l’aiuto di un’ Operatrice del Casale;

  3. se è vero che il Consigliere Bucci, sempre in tale data, si è aggirata per un considerevole lasso di tempo fra i nuclei che sono denominati con il nome delle stagioni;

  4. se è vero che il Consigliere Bucci è stata accompagnata o comunque coadiuvata nell’accesso e nell’ispezione dei locali del Casale La Fiorina da una OSS, individuata dai familiari dei degenti;

  5. se è vero che oltre all’ispezione e alla visita dei nuclei sopra indicati, il Consigliere Bucci si è altresì introdotta nei locali di servizio e nella medicheria (locale in cui l’accesso è riservato solo ed esclusivamente al personale autorizzato, in quanto qui vengono conservati i farmaci);

  6. se è vero che il Consigliere Marianna Bucci non ha informato la Direzione della RSA Casale La Fiorina circa la sua visita presso i medesimi locali e che questa si è svolta all’insaputa della Direzione;

  7. se è vero che è stato aperto un provvedimento disciplinare nei confronti dell’Operatrice sopra citata.

Si chiede risposta scritta”.

I Consiglieri  MARGHERITA AMICI – ZANOTTI PIER LUIGI – MURATORI MICHELE

Si associano per risposta scritta i Consiglieri MONTEMAGGI MARICA – BOSCHI LUCA – GUIDI EVA

  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com