San Marino. Pomeriggio d’arte e musica alla Carlo Biagioli Srl

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Riceviamo e pubblichiamo

Un pomeriggio dedicato all’arte e alla musica, a suggestioni sonore e visive: un tema da sempre caro alla Carlo Biagioli srl che oggi ha aperto le sue porte dando ospitalità alla musica degli Es Nova e ad una performance artistica davvero unica.
Una performance artistico musicale che ha coinvolto diversi artisti impegnati in ambiti legati alla musica, scultura, fotografia e pittura. Linguaggi espressivi diversi che si incontrano e dialogano tra loro sulle note degli Es Nova che si sono esibiti in un live riproponendo quello che costituisce il valore aggiunto del gruppo, la cui idea cardine ruota attorno al concetto di OPEN H/ART, un’idea di ricerca applicata alla musica, sperimentata e vissuta in maniera estemporanea dal vivo.
Dalla esposizione delle opere dei Neo Sim, Debora Branchi, Alexa Invrea, gli Psicosomatici  Christian Zanzani e Vanessa Macina, fino agli Es Nova in concerto.
“Il nostro progetto artistico-spiega Nicola Rosti degli Es Nova- si propone di trasferire il concetto di performance musicale al di fuori degli spazi e luoghi normalmente impiegati per la fruizione musicale.
La nostra visione è quella di poter trasformare l’oggetto musicale in un oggetto d’arte, al pari di un quadro o di una scultura, esposto insieme ad altre opere.
Grazie alla felice collaborazione con l’artista visiva Loretta Militano, le performances estemporanee di open h/art sono state registrate in diretta su supporto analogico, e poi “incastonate” in un’opera materica, ogni volta differente creata ad hoc per l’occasione.
L’intento è quello di dare vita a opere d’arte sonore, realizzate in location precise, come possono esserlo gli spazi mussali  gallerie d’arte moderna e contemporanea, apportando così stimoli culturali e artistici al territorio ”.
A fare da cornice artistica all’esibizione musicale le sculture, le fotografie e i dipinti realizzati da artisti sammarinesi e non presenti all’evento ripresi in tempo reale dal video maker Andrea Parolo.
Il risultato ultimo di questa estemporanea artistica è quella di costituire una vera e propria opera d’arte sonora che mette in mostra i diversi processi creativi all’interno di uno spazio fisico e temporale in cui musica, arte, fotografia e scultura dialogano tra loro fornendosi reciproci input e alimentandosi in un percorso di crescita artistica.
L’opera è firmata dagli artisti e certificata per essere venduta come evento sonoro e visivo, esposta in musei e gallerie.
Tra gli artisti che hanno partecipato a questo contest davvero unico nel suo genere molti dei Neo Sim, artisti che qualche tempo fa hanno condiviso il Manifesto del NEOSIMBOLISMO, animati dal desiderio di dare un volto nuovo all’arte nella Repubblica di San Marino e ribadire come sia simbolo di crescita individuale e collettiva e strumento di pace nel mondo, la sammarinese Vanessa Macina, l’arteterapeuta Debora Branchi,Christian Zanzani, Alexa Invrea, gli Psicosomatici e molti altri, inoltre ha certamente offerto il suo contributo la Cooperativa 3 Arrows.
“Abbiamo scelto questa location-spiega Nicola- per la sensibilità dimostrata verso l’arte nell’organizzazione del concorso dedicato all’arte della provocazione qualche anno fa e per l’ecletticità degli spazi”.

  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com