San Marino. Sentenza della Pizzeria. Buriani: ”non condannabile Carrirolo, ma il voto di scambio c’è!” … di Marco Severini

pizza 3Discutibilissima la sentenza Buriani sul cosiddetto ”Patto della Pizzeria – Voto di scambio tra Carrirolo e alcuni socialisti”; potete leggere alcuni articoli per chiarirvi (!) l’argomento cliccando nella link qui sotto

http://giornalesm.com/category/inchiesta-dossier-carrirolo/

Nella sentenza Buriani – Voto di scambio in pizzeria Socialisti/Carrirolo, il giudice inquirente non sanziona Carrirolo in quanto è terzo, ovvero è solo un intermediario; infatti scrive

“ove non sia ravvisabile un rapporto diretto che sfoci in un accordo tra offerente ed elettore, non solo non vi è alcuno scambio di favori in materia elettorale ma neppure viene messa in pericolo la libertà di espressione del voto”.

Bene! Anche se è un’interpretazione quantomeno discutibile da parte dell’inquirente, che letteralmente salva dal penale sia i tre/quattro socialisti e lo stesso Carrirolo, moralmente queste persone non sono salve. E tranne che per Carrirolo e Germano De Biagi questi sono dei politici. Uno è addirittura è Segretario di un partito! IL PARTITO SOCIALISTA!

HANNO PROPOSTO IL VOTO DI SCAMBIO, ANCHE SE NON E’ SANZIONABILE – dice il commissario della Legge Dott. Alberto Buriani. Ma l’hanno fatto!

Loro, sia per etica che per moralità, sono colpevolissimi!

Hanno offerto sia la possibilità di avere un’ambasciata in Libia che 100 euro a voto, che moltiplicati per i 100 promessi a Carrirolo fanno 10.000 euro.

Tutte le battaglie sul voto di scambio, con questa a dir poco rocambolesca sentenza, vengono meno. Vince chi usa un intermediario per procacciarsi i voti, tanto non è sanzionabile secondo Buriani. Viva la correttezza del voto democratico.

Allora a questo punto si conviene che tutti coloro che sono processati per il Conto Mazzini, limitatamente all’accusa del voto di scambio, debbano essere assolti; tutti hanno usato intermediari! Gatti compreso.

CHE VENGA DERUBRICATA L’ACCUSA A GATTI: NON HA COMMESSO IL REATO DEL VOTO DI SCAMBIO! Secondo questa sentenza di Buriani.

Una sentenza dubbia, che lascerà molto amaro in bocca a chi ha sempre denunciato il voto di scambio. Come lo lascerà ai tanti cittadini che volevano giustizia e non l’hanno avuta.

 

Marco Severini – Direttore del Giornalesm.com