San Marino. Tre per mille all’ISAL o alla Associazione Sportello Consumatori

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
Tre per mille all’ISAL o alla Associazione Sportello Consumatori, un contributo alla solidarietà e ai diritti dei cittadini utenti
 
Dalla dichiarazione dei redditi è possibile destinare un significativo contributo alla solidarietà e alla promozione dei diritti dei cittadini
 
Aprile 2018 – Destinare il tre per mille della dichiarazione dei redditi all’Istituto Servizi al Lavoro o alla Associazione Sportello Consumatori, è una significativa opportunità per contribuire alla solidarietà e allo sviluppo dei diritti dei cittadini. Infatti, è anche grazie a questo contributo che è  possibile finanziare gli interventi di solidarietà dell’ISAL-CSdL e l’attività dello Sportello Consumatori. Ricordiamo che il tre per mille, in assenza di una indicazione diversa da parte del contribuente, è una quota che in ogni caso verrebbe trattenuta dallo Stato; quindi, non si tratta in alcun modo di una trattenuta aggiuntiva. Pertanto, viene riconosciuta ai cittadini la possibilità di sceglierel’Associazione a cui destinare il tre per mille.
 
L’ASSOCIAZIONE SPORTELLO CONSUMATORI
 
Svolge un importante ruolo di tutela dei cittadini nel campo dell’acquisto di beni e servizi, a cui si rivolgono centinaia di persone ogni anno. Molti casi vengono risolti positivamente e con soddisfazione da parte dei consumatori. Lo Sportello svolge anche un’importante azione per affermare una legislazione sempre più tutelante per i cittadini.
 

L’ISAL-CSdL E LE INIZIATIVE DI SOLIDARIETÀ

 

Ogni anno l’ISAL-CSdL destina propri contributi ad iniziative di solidarietà internazionale in varie aree del mondo e all’interno di San Marino. Nel 2017 l’ISAL ha contribuito ai seguenti progetti.

 
– TUNISIA: PROMOZIONE E RAFFORZAMENTO DELL’ECONOMIA SOCIALE SOLIDALE – Il progetto, organizzato da Nexus CGIL (ente di solidarietà della CGIL-Emilia Romagna) è volto a rafforzare le imprese solidali e i processi partecipativi di costruzione di politiche pubbliche di Economia Sociale e Solidale, coinvolgendo e rafforzando la capacità di dialogo tra istituzioni e società civile tunisina, puntando a sostenere il processo di transizione democratica di quel paese.  
 
ALGERIA: “FORMAZIONE, LAVORO, ALIMENTAZIONE PER I PROFUGHI SAHRAWI” – Questo progetto, organizzato anch’esso da Nexus-CGIL, punta al miglioramento dello stato nutrizionale di molti profughi Sahrawi rifugiati nei campi di accoglienza in Algeria, attraverso la promozione di attività generatrici di reddito legate direttamente o indirettamente alla filiera alimentare. Le attività di formazione sono indirizzate alla promozione del lavoro attraverso le cooperative femminili dedicate alla produzione, conservazione e commercializzazione di alimenti.
 

KENYA: ADOZIONI A DISTANZA NEL CENTRO SOCIALE DI KIVULI Da anni l’ISAL provvede al sostegno  di un centro sociale, a Nairobi, in cui sono ospitati decine di bambini, consentendo loro di studiare e fare scelte costruttive per la propria vita. Questa iniziativa è gestita dalla Associazione Amani.

 
– SAN MARINO: COOPERATIVA SOCIALE INVOLO – Il suo scopo è quello di creare un vero e proprio ambiente di lavoro per i lavoratori che appartengono all’ampia categoria delle persone “svantaggiate”, seguite dai servizi sociali, affinché possano intraprendere un proprio cammino di autonomia attraverso il lavoro.
 
ISAL-CSdL         Associazione Sportello Consumatori
  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com