Accordo in cantiere. Edilizia definiti i rimborsi del trattamento di fine rapporto

  • Le proposte di Reggini Auto

  • leggiamo da un comunicato stampa pervenutoci questa mattina

    ”Al via le liquidazioni del trattamento di fine rapporto per i lavoratori dell’edilizia privata. Previsto l’indennizzo di una somma una tantum compresa tra 40-50 euro per ogni anno di anzianità. E’ l’effetto dell’accordo sottoscritto a inizio novembre tra le due confederazioni sindacali (CSdL e CDLS) e le associazioni imprenditoriali (Anis, Unas e Osla). “Con la firma di questo accordo – spiega la Federazione Costruzioni della CSU – sono state innanzitutto precisate le modalità di calcolo del trattamento di fine rapporto, fissando in particolare all’8,33% l’aliquota percentuale relativa al trattamento. Si è inoltre deciso di liquidare i lavoratori attualmente occupati nei cantieri edili, o che lo siano stati nel periodo dal 1° gennaio 1994 fino al 31 dicembre 2008, una somma una tantum compresa tra 40 e un massimo di 50 euro. Somma che sarà erogata per ogni anno di anzianità maturata a carico della Cassa Edile”.
    La Federazione Unitaria Costruzioni precisa che i lavoratori interessati sono tenuti a presentare personalmente la domanda di liquidazione direttamente alla Cassa Edile portando con se l’ultima busta paga. Gli uffici della Cassa Edile sono aperti dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 14, e nei soli giorni di martedì e giovedì anche dalle 16 alle 19. La domanda va presentata entro e non oltre la giornata di martedì 23 dicembre”.

    Comunicato stampa CSU – 24.11.2008 ore 11.06