Alta tensione Italia-Francia: “No gara a chi è più stupido…”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • Il ministro francese per gli Affari Europei Nathalie Loiseau contro l’uscita di Di Maio: “Parole inutili e scortesi”.

    “La Francia non si farà trascinare nella gara di chi è più stupido con l’Italia.

    Ad affermarlo è il ministro transalpino per gli Affari europei, Nathalie Loiseau, alla luce dell’ultima querelle diplomatica scoppiata tra Roma e Parigi dopo le affermazioni del ministro del Lavoro, Luigi Di Maio, sulla Francia colonialista che impoverisce l’Africa.

    “La Francia è uno di quei Paesi che stampando la moneta per 14 Stati africani impedisce lo sviluppo e contribuisce alla partenza dei profughi” l’attacco del ministro del vicepremier ai “galletti”, che ha aperto un vero e proprio caso diplomatico.

    Le dichiarazioni di Nathalie Loiseau sono arrivate in conferenza stampa al termine del Consiglio dei ministri, lasciando intendere che Parigi e il governo Macron non avrebbero alcuna intenzione di impegnarsi in una guerra verbale o in misure di ritorsione con l’Italia.

    E sempre in merito all’affondo del leader del Movimento 5 Stelle, il ministro francese ha detto: “Queste sono parole inutili e scortesi […] In Francia diciamo che tutto ciò che è eccessivo è insignificante. Non giocheremo la gara a chi è il più stupido”. Però, almeno per il momento, gli strascichi continuano. Il Giornale.it