Ambiente, ‘Tutti a raccolta’ per ripulire dai rifiuti piazze, fiumi, porti, spiagge e dire basta alla plastica usa e getta

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Bottiglie plastica, plastica, plastic freeUn fine settimana per ripulire l’Emilia-Romagna dai rifiuti, in particolare quelli di plastica. È ‘Tutti a raccolta’, l’appuntamento organizzato dalla rete regionale dei Centri di educazione alla sostenibilità (Ceas) che sabato 5 e domenica 6 giugno, insieme a scuole, enti, comunità locali e associazioni di volontariato, daranno vita a una grande azione di pulizia soprattutto nelle aree fluviali e marine, dove plastiche e microplastiche si concentrano maggiormente.

    Azioni concrete, con l’obiettivo di coinvolgere tutti i cittadini, ma anche dimostrative e di sensibilizzazione sviluppate nell’ambito di #Plastic-freER, la strategia regionale per la riduzione dell’incidenza delle plastiche sull’ambiente che vede, tra le 15 azioni previste, una campagna educativa a cura della Rete di educazione alla sostenibilità coordinata da Arpae.

    #Plastic-freER

    La strategia regionale nasce in coerenza con il ‘Piano d’Azione dell’Unione europea per l’economia circolare’ per individuare soluzioni alternative alla produzione, al consumo usa e getta della plastica e alla sua dispersione nell’ambiente, e promuove, oltre al riciclo, da un lato riduzione, riuso e rigenerazione della materia, dall’altro nuovi modi di produrre e di consumare.

    Il Gran Premio di Formula 1 di Imola, tra il 16 e il 18 aprile 2021 ha fornito un primo assaggio di #Plastic-freER con l’amministrazione comunale e il Ceas del circondario imolese che hanno collaborato per organizzare il primo GP senza plastica.

    E ulteriori azioni e iniziative da parte della Rete di educazione alla sostenibilità saranno successivamente messe a punto nell’ambito di “#Plastic-freER” in modo integrato e coerente con tutte le 15 linee d’azione della strategia regionale, al termine del lavoro preliminare a cura della cabina di regia del progetto. 


    Fonte originale: Leggi ora la fonte