Ancona. 1.600 kg di cozze pescate in frodo sequestrate dalla GdF.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • Ben 1.600 kg di cozze pescate illegalmente sono state sequestrate dai militari della stazione navale della Guardia di Finanza di Ancona, nell’ambito di un maxi sequestro diviso in tre diverse attività. Nella prima, un 50enne di origine siciliana è stato pizzicato mentre pescava in frodo all’interno del porto anconetano: sequestrati 600 kg di cozze e multa di 1.000 euro. Successivamente un subacque è stato trovato a pescare 400 kg di cozze in acque precluse, anche per lui stesso trattamento e stessa multa.

    Nella terza ed ultima operazione, i finanzieri hanno scoperto un imbarcazione presso la diga foranea del porto con altri 600 kg di “moscioli” a bordo. In questa circostanza il pescato è stato ributtato in mare poichè ancora vivo ed ai pescatori di frodo è stata solamente sequestrata l’attrezzatura. I mitili pescati sarebbero stati immessi sul mercato nero.