AP TITANO – BASKET MASSA 78 – 85

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Di fronte ad una diretta concorrente come Massalombarda, per i Titani sono arrivati segnali tutt’altro che positivi.

    Doveva essere una gara fondamentale per Rossini e compagni, poteva diventare anche più agevole dopo l’espulsione della stella avversaria Martinelli, fuori già al 5’ per reiterate proteste.

    La zona di coach Bettazzi del secondo quarto non è una buonissima idea, propizia un tentativo di fuga dei Titani che la puniscono con sei bombe (tre dell’ottimo Zanotti, due di Rossini ed una di Fabbri) per il 44-37 del 18’30”.

    Manca, però, l’istinto del killer ai Titani che in questa situazione dovrebbero concretizzare la superiorità facendo bene le cose semplici invece di cercare improbabili giocate di alta scuola.

    E così Salvato riporta i suoi a contatto alla sirena dell’intervallo.

    Dopo un terzo periodo tutto sommato interlocutorio, l’ultimo quarto inizia in parità, da Saccardi e Mastrilli arriva il mini gap ospite (61-65 al 32’).

    Sul 66-69 del 36’ il tecnico a Fabbri costa due liberi di Salvato e la bomba di Dalpozzo (66-74) per l’azione che sa tanto di titoli di coda.

    Coach Del Bianco cerca di salvare almeno la differenza canestri (+4 Titano all’andata), ma sull’ultima sirena la preghiera di Rossini dalla propria metà campo entra ed esce, rendendo ancora più amaro il finale.

    Ancora una volta ci troviamo a commentare una sconfitta dei Titani, oltre modo nervosi anche in una gara che sembrava potere prendere fin da subito una strada favorevole.

    Senza voler eccedere nel pessimismo, i Titani non sono ancora tagliati fuori dalla lotta per l’ottavo posto, peraltro ormai compromessa, occorre tuttavia prendere atto che nelle ultime nove partite sono arrivate otto sconfitte e, soprattutto, alcuni segnali molto preoccupanti contro le dirette concorrenti della seconda metà della classifica.

    Non resta che ripartire dall’ispirazione di uno Zanotti davvero ammirevole (19 punti in 20’ con 7/9 dal campo) e dagli sprazzi di intensità tecnica di Rossini e fisica di Fabbri, in vista della difficile trasferta di Medicina di sabato prossimo.

    IL TABELLINO: AP Titano – Basket Massa 78 – 85 (20-17; 44-43; 61-61)

    AP Titano: Lemme 3, Casadei, Rizzo 3, Rossini 18, Dall’Olmo, Zanotti 19, Ugolini 3, Fabbri 22, Calcagnini 4, Tentoni 6. All.: Del Bianco.

    Basket Massa: Fossi 2, Martinelli 5, Dall’Osso 8, Dalpozzo 14, Rubbini 6, Assali ne, Barbagelata 20, Saccardi 6, Mastrilli 2, Salvato 22. All.: Bettazzi.