Approvata senza voti contrari la legge sul Regolamento di Polizia mortuaria – guarda le modifiche!

Approvata senza voti contrari la legge che modifica il Regolamento di Polizia Mortuaria del 1910. A un secolo di distanza dalla legge vigente, finalmente una nuova normativa che aggiorna in modo consistente gli aspetti tecnici relativi a tutte le sepolture, ma che soprattutto introduce considerevoli novità che toccano molto da vicino i cittadini sammarinesi.

E’ un traguardo importantissimo che ha richiesto molto lavoro, incontri ed approfondimenti per giungere ad un testo poderoso a cui la Segreteria di Stato per gli Affari Interni e gli uffici lavoravano da tempo ed al quale hanno contribuito anche diversi consiglieri, tutti con spirito costruttivo al servizio delle concrete esigenze della popolazione.

La nuova legge affronta il problema ultradecennale della carenza dei loculi nei cimiteri della Repubblica, con soluzioni tali da favorirne una maggiore disponibilità. In tal senso è fondamentale il passaggio dalle concessioni perpetue alle concessioni temporanee, che consentirà allo Stato di rientrare in possesso degli spazi alla fine della durata della concessione. Inoltre, i loculi potranno essere assegnati solo a seguito del decesso, facendo eccezione solo per il coniuge superstite e gli ultrasettantenni soli. Ai fini di una maggiore disponibilità di loculi è importante anche l’aver previsto caratteristiche tecniche delle strutture e delle bare che non ritardino i processi di mineralizzazione.

Le concessioni già in essere saranno oggetto di ricognizione allo scopo di regolamentare la loro graduale decadenza e poter così disporre di quanti più spazi possibili. Le regole per rientrare in possesso dei loculi già assegnati saranno fissate con decreto successivamente a questa ricognizione.

Le norme relative alla cremazione sono innovative anche rispetto ad altre realtà: vi sono garanzie per il rigoroso rispetto della volontà del defunto ed, in assenza di questa, per la volontà dei familiari. Previste gravi pene in caso contrario. La procedura per accedere a questa pratica è molto semplice, tanto che, ad esempio, l’Ufficio di Stato Civile potrà ricevere la dichiarazione di volontà d’essere cremati, ed è disposto un rimborso forfettario per le spese sostenute. Si potranno conservare le ceneri nei cimiteri, spargerle all’interno di essi nel giardino delle rimembranze, tenerle in luoghi privati o disperderle in natura, secondo la volontà del defunto e dei familiari.

Grazie alla nuova legge sarà garantita la libertà di culto attraverso forme di sepoltura che rispettino la fede professata. Dovrà dunque essere predisposto a cura degli uffici competenti un piano cimiteriale per la ripartizione delle aree nei cimiteri.

Per ciò che concerne i trasporti funebri, la legge introduce regole precise per le modalità con le quali essi devono avvenire all’interno del territorio e fornisce importanti indicazioni per i trasferimenti da e per luoghi oltre confine, fissando l’impegno di promuovere un accordo bilaterale con la Repubblica italiana.

San Marino 20 gennaio 2010

La Segreteria di Stato

per gli Affari Interni e la Protezione Civile

NOTA: In allegato uno schema riassuntivo e comparativo delle principali novità

SCHEDA COMPARATIVA SULLE PRINCIPALI NOVITA’ INTRODOTTE DALLA LEGGE DI POLIZIA MORTUARIA APPROVATA NEL CONSIGLIO GRANDE E GENERALE DEL 20 GENNAIO 2010

REGOLAMENTO 15 MARZO 1910 o PRASSI

PRINCIPALI MODIFICHE DELLA NUOVA LEGGE

Concessione loculi individuali

Concessione loculi individuali

Durata: perpetua.

Durata: 40 anni in loculo stagno o 10 anni in loculo areato, con possibilità di rinnovi decennali, fino ad un massimo di 4 rinnovi (per consentire la completa mineralizzazione della salma o per collocarne una nuova).

Possibilità di concessione perpetua, per il coniuge superstite, di un loculo attiguo a quello del defunto

Possibilità per il coniuge superstite di ottenere in concessione un loculo attiguo a quello del coniuge defunto; il coniuge superstite può ottenere un loculo anche nel caso di inumazione o cremazione del defunto dove collocherà anche le spoglie di quest’ultimo dopo l’esumazione o la cremazione.

Stessa possibilità per il convivente more uxorio. (ex lege su diritto di famiglia in base ad atto notorio o stato di famiglia) e per persona ultrasettantenne senza consorte, genitori o figli in vita

Concessione di loculi a più posti

Concessione di loculi a più posti

Durata: perpetua

Durata: loculi a 2 posti – anni 50

loculi a 3 posti – anni 80

loculi a più di 3 posti – anni 89

Possibile rinnovo

Concessione di loculi ossari

Concessione di loculi ossari

Durata: perpetua

Durata: 20 anni per ossari individuali, 40 anni per ossari plurimi, salvo rinnovo decennale (purché utilizzati )

Stesse durate per nicchie cinerarie individuali e plurime

Norme transitorie per le concessioni già in essere

Le concessioni in uso di loculi stipulate anteriormente all’entrata in vigore della legge, decadranno secondo quanto stabilito da apposito decreto delegato, emanato previa ricognizione generale delle concessioni in essere ad opera dell’Ufficio di Stato Civile, nel rispetto del principio di gradualità e a partire dalle sepolture più risalenti. Tale principio è valido anche per le nuove concessioni di salme già tumulate in loculi provvisori, assegnati cioè temporaneamente in assenza di disponibilità di loculi in un cimitero della Repubblica.

Estumulazioni

Estumulazioni

Dopo circa anni 40 dalla tumulazione per prassi (nessuna disposizione in merito)

Per scadenza della concessione, salvo rinnovo.

In caso di mancata richiesta di rinnovo:

raccolta delle ossa in ossario (le ossa non richieste sono collocate in ossario comune previo deposito in cimitero per 2 anni)

cremazione a spese e cura dello Stato

inumazione se prevista nell’atto di concessione (durata di 5 anni)

Per rinuncia, con indennizzo

Per decadenza, in caso di mancata occupazione del loculo, speculazione o gravi inadempienze

Per trasferimento in altro cimitero solo se si ha già disponibilità di un loculo

Cremazione

Cremazione

Istanza di volontaria giurisdizione al Commissario della Legge (tramite un legale)

Espressione di volontà del defunto attraverso disposizione testamentaria, dichiarazione in vita presentata all’Ufficiale di Stato Civile o iscrizione presso apposita associazione.

La dichiarazione in un senso o nell’altro impone il rispetto della volontà del defunto e prevale su un’eventuale volontà contraria dei familiari.

In mancanza della espressione di volontà del defunto, rileva la volontà del coniuge, dei parenti più prossimi o l’accordo unanime di più parenti nello stesso grado; in caso di disaccordo la decisione è rimessa al Commissario della Legge, che si pronuncia anche in caso di di sospetto di dichiarazione mendace dei familiari o di sospetto di morte per causa criminosa.

Conservazione urne cinerarie all’interno dei cimiteri in loculi e loculi ossari. (nei paesi in cui ciò è previsto, si può fare la dispersione delle ceneri in alcuni spazi sul terreno, oppure la conservazione delle urne cinerarie in appositi luoghi)

Possibilità di conservazione dell’urna attraverso tumulazione, inumazione o affidamento ad un familiare o convivente; possibilità di dispersione delle ceneri in apposito “giardino delle rimembranze” del cimitero, nel cinerario comune, in aree private oppure in natura.

Spese completamente a carico dei familiari

Contributo alle spese di cremazione sotto forma di cifra fissa.

Libertà di culto

Libertà di culto

(nessuna disposizione in merito)

Possibilità di prevedere aree destinate alla sepoltura di salme di professanti un culto diverso da quello cattolico, con disposizioni diverse da quelle ordinarie. Con delibera si delimitano le aree.

Trasporti funebri

Trasporti funebri

(nessuna disposizione in merito)

Si disciplina il trasporto nei cimiteri della Repubblica, per tutelare la pubblica salute e il decoro nel trasferimento della salma e il trasporto internazionale attraverso il rinvio ad apposite Convenzioni e Accordi.

Indicazioni tecniche

Nuove prescrizioni igienico-sanitarie e aggiornamenti nella costruzione dei loculi e nella composizione delle bare, consentono una più rapida e completa mineralizzazione delle salme, favorendo la rotazione delle concessioni.

Sarà predisposto un piano cimiteriale che consentirà una razionale ripartizione degli spazi all’interno dei cimiteri della Repubblica

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Screenshot