Archi sammarinesi ai Mondiali coreani

  • Le proposte di Reggini Auto

  • La mecca del tiro con l’arco mondiale, così si legge sul sito dei Campionati del Mondo che si svolgeranno, da domani al 9 settembre, ad Ulsan. La Corea, infatti, è indiscutibilmente la patria di questa disciplina; qui il tiro con l’arco ricopre il ruolo e l’importanza che da noi è monopolio del calcio. Partecipare ad un Mondiale in Corea è, insomma, una missione più complicata del previsto.

    Saranno tre gli arcieri incaricati di difendere i colori di San Marino: Fabrizio Belloni ei Giovanni Paolo Bonelli si cimenteranno nel compound, mentre Emanuele Guidi sarà l’unico rappresentante sammarinese nell’arco olimpico. Ad accompagnarli nella trasferta ci sarà il tecnico Daniele Montigiani, un allenatore che viene da Trento e che da un anno e mezzo, una volta al mese, scende a San Marino per seguire da vicino gli arcieri biancazzurri. Montigiani è inserito nel giro della Nazionale azzurra, dunque una scelta importante per elevare il livello anche sul Titano.

    Da parte della Federazione si nutrono grandi aspettative sul futuro del tiro con l’arco, in particolar modo quello olimpico. Osservato speciale ai Mondiali sarà dunque Emanuele Guidi, per il quale si sogna una partecipazione alle prossime Olimpiadi di Londra.

    Il programma della competizione coreana prevede i tiri di prova domani, subito dopo l’arrivo ad Ulsan (la delegazione è partita questa mattina); sempre domani ci sarà la cerimonia di apertura, mentre il 2 si terranno le qualifiche per il compound su 4 distanze (90, 70, 50, 30 metri, 144 frecce). Il 3 sarà giornata di riposo e il 4ci saranno le qualifiche dell’arco olimpico. Per entrambe le specialità, accedono agli scontri diretti i primi 64 qualificati.

    “Il nostro obiettivo –spiega Belloni- è quello di accedere agli scontri diretti, anche se sappiamo che sarà molto difficile vista la presenza dei migliori tiratori al mondo. Da due anni a questa parte, però, stiamo facendo buoni punteggi, perciò speriamo di riuscirci”.

    Buone speranze, visti i risultati ottenuti recentemente, le nutre Giovanni Paolo Bonelli: nel mese di giugno, a Castenaso, si è classificando 2° e ha realizzato il record sammarinese (1357 punti), ottenendo anche la spilletta oro che spetta a chi supera il notevole punteggio di 1350. Bonelli è anche il vincitore del recente Torneo Internazionale di San Marino, svoltosi quest’anno per la prima volta in notturna, e, oltre ad avere ottenuto un buon piazzamento agli Europei di Atene, lo scorso anno è riuscito a superare il primo scontro diretto alla World Cup di Boè, in Francia, torneo che raduna i migliori arcieri a livello mondiale.

    “Cercherò di entrare nei 64 –spiega- , visto che i punteggi lo permettono, e di riuscire ad ottenere il miglior piazzamento possibile, magari entro i primi 30. Riuscire a fare parte dei 64, comunque, sarebbe già un grande risultato”.

    A farla da padrona saranno senza dubbio i coreani, che dovranno giocarsi i primi posti con gli americani. Buone probabilità, però, le nutre pure l’Italia.

    Al Mondiale prenderanno parte circa 80 Paesi, per un totale di 700 atleti.