ASDICO E SPORTELLO CONSUMATORI ALL’UNISONO: ADSL su linea fissa, il monopolio c´è. Non siamo noi a fare confusione!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

In riferimento alla nuova presa di posizione della Segreteria di Stato per le Telecomunicazioni, precisiamo in primo luogo che la richiesta di incontro per affrontare i disservizi nei collegamenti ADSL su linea fissa è stata avanzata congiuntamente sia dall´Associazione Sportello Consumatori che dalla Associazione Sammarinese Difesa Consumatori (ASDICO). 

Nel merito, rigettiamo con forza le accuse di aver ingenerato confusione. Facciamo nuovamente presente alla Segreteria di Stato che noi abbiamo sempre parlato e scritto di ADSL su linea fissa, e a San Marino, come ribadiamo, esiste in questo campo un monopolio di fatto esercitato da Telecom Italia San Marino. Esistono certamente anche altre aziende sammarinesi che operano nel settore della telefonia, le quali svolgono sicuramente un buon servizio, però non attraverso linea internet ADSL fissa. 

Il fatto principale è che noi abbiamo continuamente posto l´accento sui disservizi che sempre più spesso si verificano nei collegamenti Internet su rete fissa, creando rilevanti problemi ai cittadini e alle attività economiche, anche sul piano della erogazione di importanti servizi pubblici. Non è un caso che nell´ambito del Social network Facebook, si sia costituito in maniera spontanea un gruppo di opinione che in brevissimo tempo ha raccolto quasi 500 utenti, in larghissima parte sammarinesi, che esprimono profonda insoddisfazione per la scarsa qualità e velocità dei collegamenti internet ADSL su linea fissa a San Marino. Una rappresentanza di questi utenti si è rivolta alle nostre associazioni per chiedere, legittimamente, tutela e supporto. È per questo che abbiamo chiesto uno specifico incontro alla Segreteria di Stato, da cui non abbiamo ancora ricevuto alcuna risposta.

Per superare questi disservizi, riteniamo che – come avviene da tempo in tutti i paesi economicamente evoluti – la strada maestra sia quella di superare questo monopolio esercitato di fatto nel campo della rete fissa ADSL, affinché si sviluppi un mercato libero che favorisca condizioni migliorative in termini economici e di qualità del servizio erogato. Riteniamo assolutamente ovvio che un cittadino sammarinese debba avere quantomeno la stessa libertà di scelta che ha un cittadino del circondario, il quale può scegliere a quale gestore di telefonia fissa rivolgersi, con la possibilità anche di cambiarlo se non è soddisfatto del servizio ricevuto o dei costi sostenuti. Questo è un valore aggiunto che il “sistema San Marino” deve offrire ai propri cittadini e attività economiche.

Un accenno alla presa di posizione di Erik Casali (dipendente Telecom Italia San Marino), che ci accusa di malafede, affermando anche che siamo poco informati, faziosi e che andiamo oltre i nostri compiti. Orbene, è opportuno che Casali si rilegga con attenzione la Legge sui diritti dei Consumatori che oltre a riconoscere giuridicamente le nostre Associazioni, traccia le linee guida delle attività e competenze delle stesse. La presenza e l´azione di Associazioni dei Consumatori, che senza fini di lucro e senza altri interessi tutelano i cittadini riguardo alle problematiche che vivono quotidianamente nella fruizione dei servizi, rappresenta un diritto inalienabile di tutti i cittadini.

Le stesse Associazioni dei Consumatori – anche se sono state promosse su iniziativa delle Organizzazioni Sindacali – sono da molto tempo realtà giuridicamente riconosciute ed autonome, e sono le interlocutrici delle istituzioni politiche ed economiche per tutte le problematiche relative alla tutela dei consumatori. Riteniamo che sarebbe stato da censurare un eventuale complice silenzio delle nostre Associazioni rispetto ad un fatto denunciato da centinaia di consumatori…

Rigettiamo pertanto il tentativo di creare ad arte confusione tra il ruolo dei Sindacati e quello delle Associazioni di Consumatori, che hanno compiti e finalità diverse tra loro. Alla base dell´azione di entrambi c´è comunque la tutela, dei lavoratori e dei consumatori. L´aver denunciato una serie di disservizi di Telecom Italia San Marino deve essere uno stimolo al miglioramento dell´offerta e delle condizioni economiche, ed è ben lungi dall´essere – come invece appare dall´intervento di Erik Casali – una contrapposizione tra i diritti dei cittadini, e i diritti dei lavoratori dell´azienda. Crediamo che il miglioramento della qualità dei servizi sia un obiettivo di cui tutti, cittadini e lavoratori, abbiano da guadagnarne. Ed inoltre, non è difendendo anacronistici monopoli che si creano le condizioni per un sano e duraturo sviluppo occupazionale ed economico.

 

Associazione Sportello Consumatori   –    Associazione Sammarinese Difesa dei Consumatori (ASDICO)

  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com