Associazione Musicale Camerata del Titano e Cassa di Risparmio di San Marino presentano “Da Mozart…a Mozart”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Schermata 2014-12-06 alle 18.21.04Associazione Musicale Camerata del Titano e Cassa di Risparmio di San Marino

presentano

“Da Mozart…a Mozart”
all’interno presentazione del libro: “L’Erbario della Repubblica di San Marino”

Domenica 7 Dicembre 2014 ore 16.30

Galleria della Cassa di Risparmio – San Marino Città (RSM)

Ingresso: gratuito

Ultimo appuntamento stagionale Domenica 7 Novembre 2014 alle ore 16.30, con la XVI Rassegna Musicale d’Autunno, che nella Galleria della Cassa di Risparmio di San Marino Città,  propone il concerto del clarinettista Giovanni Marinotti con il quartetto d’archi Mitja, dal titolo: “Da Mozart…a Mozart”.

Un concerto ricco di fascino e di sicuro successo per gli amanti della musica classica e non solo, con cui si chiude la XVI edizione della Rassegna Musicale d’Autunno, che anche quest’anno ha dimostrato il suo successo attraverso i numeri delle presenze di pubblico, delle critiche positive ricevute e soprattutto della qualità della proposta musicale. Il programma del concerto prevede:

W. A. Mozart (1756 – 1791): Adagio e Fuga in do minore k546

L. v. Beethoven (1770 – 1827) Quartetto in Fa Minore n. 11 op. 95

Allegro con brio

Allegretto ma non troppo

Allegretto assai vivace, ma serioso

Larghetto espressivo, Allegretto agitato,

Allegro

W. A. Mozart (1756 – 1791): Quintetto in LA maggiore k 581 per clarinetto e archi

Allegro

Larghetto

Menuetto, Trio I e Trio II

Allegretto con variazioni

A fine concerto ci sarà la presentazione del libro: “L’Erbario della Repubblica di San Marino“, curata da Yanina Benedetti. Il libro si configura come omaggio culturale e di valorizzazione del territorio voluto da Fondazione San Marino e da Cassa di Risparmio in sinergia con il Centro Naturalistico Sammarinese, nell’occasione ne sarà consegnata una copia ai presenti, che sarà poi resa disponibile nella sede della Fondazione San Marino e nelle filiali della Cassa di Risparmio. La presentazione rientra nel week end culturale proposto dalla Fondazione e Cassa di Risparmio e fa seguito alla presentazione del libro “Femminicidio” di Paola Vinciguerra ed Eleonora Iacobelli, che si terrà sabato 6 dicembre alla presenza delle autrici nella Sala Fondazione San Marino.

Giovanni Marinotti, clarinetto

Giorgiana Strazzullo, violino I

Sergio Martinoli, violino II

Carmine Caniani, viola

Adriano Melucci, violoncello

Informazioni:

Associazione Musicale Camerata del Titano

Tel. 0549 906870- cameratatitano@omniway.sm

SCHEDE BIOGRAFICHE

Giovanni Marinotti

Ha iniziato a studiare clarinetto all’età di 12 anni, nel 2002 entra a far parte della classe del M° Luigi Di Fino presso l’Istituto di Studi Musicali “Giovanni Paisiello” di Taranto dove si diploma brillantemente nel 2009. Successivamente ha proseguito gli studi frequentando il Corso di Laurea di Secondo Livello in Discipline Musicali presso lo stesso Istituto e a marzo 2012 si è laureato con 110/110.

Ha continuato la sua attività seguendo lezioni, masterclass e corsi di alto perfezionamento tenuti da diversi clarinettisti di fama internazionale quali: Vincenzo Mariozzi, Alessandro Carbonare, Stefano Novelli, Donald Montanaro. Attualmente studia con il M° Giammarco Casani, già primo clarinetto dell’Orchestra Sinfonica di Roma. Ha inoltre frequentato i seminari annuali di Interpretazione Musicale presso l’Associazione “Fedele Fenaroli” di Lanciano e l’Accademia Musicale “Praeneste” di Roma.

Insieme alla pianista Sara Lacarbonara costituisce l’Arthemis Duo. Con questa formazione si è specializzato in Musica da Camera seguendo il corso biennale tenuto dal M° Oleksandr Semchuk presso l’Accademia Pianistica Internazionale “Incontri col Maestro” di Imola. Si esibiscono in importanti festival e rassegne concertistiche in Italia e all’estero (Svizzera), recentemente hanno frequentato una masterclass in Musica da Camera a Uttwil (CH) con la grande pianista Brigitte Meyer.

Collabora come secondo clarinetto e clarinetto basso presso l’Orchestra I.C.O. della Magna Grecia di Taranto e l’Orchestra Sinfonica di Roma. Con quest’ultima orchestra ha inoltre inciso musiche di Malipiero per l’importante etichetta discografica Naxos.

Ha suonato sotto la direzione di direttori quali Nurhan Arman, Luigi Piovano, Erol Erdinc, Leonardo Laserra Ingrosso, Eduardo Alvarez, Piero Romano, Francesco La Vecchia, Grigor Palikarov.

Per il clarinettista basso, studia e si perfeziona con Sauro Berti, clarinettista basso al Teatro dell’Opera di Roma. Ha vinto numerosi concorsi nazionali e internazionali e si è esibito in concerti, recital e festival musicali come solista e musicista da camera in varie formazioni: egli è membro del quintetto di fiati “Paisiello Winds” e recentemente ha formato il “Trio Schubert” con il soprano Francesca Ruospo e la pianista Sara Lacarbonara.

È docente di clarinetto e teoria musicale presso l’Associazione Musicale “Piccoli Mozart” di San Marzano di San Giuseppe per la formazione di giovani musicisti da inserire nell’organico orchestrale della stessa Associazione, al fine di contrastare la dispersione scolastica, il disagio infantile e promuovere quindi la diffusione del linguaggio e della cultura musicale sul territorio.

Inoltre, da marzo a novembre 2012 è stato docente di Clarinetto e Sassofono presso il “l’orchestra giovanile in ogni paese: il sistema Abreu a Taranto” progetto nato dalla collaborazione tra L.a.m.s. di Matera, Istituto di Studi Musicali “Giovanni Paisiello” e il Comune di Taranto.

Giovanni Marinotti suona strumenti Selmer Paris.

Quartetto Mitja

Giorgiana Strazzullo, violino I

Sergio Martinoli, violino II

Carmine Caniani, viola

Adriano Melucci, violoncello

ll Quartetto Mitja nasce nel 2008 da quattro giovani musicisti provenienti da Napoli, Salerno, Potenza e Taranto, illustri città eredi della cultura della Magna Grecia.

Il profondo amore per la letteratura quartettistica ha spinto il Quartetto Mitja a inseguire con determinazione il “sogno a sedici corde”, vale a dire l’obiettivo di suonare un unico grande strumento ad arco, cercando la massima fusione possibile tra i singoli strumenti. Quest’obiettivo è raggiungibile solo attraverso una formazione cosmopolita di altissimo livello.

Per inseguire questo sogno l’ensemble si è specializzato in alcune città europee, per antonomasia definite “la patria dell’arte e della musica” tra le quali: Firenze (Scuola di Musica di Fiesole, con il M° Andrea Nannoni e Accademia Europea del Quartetto), Cremona (Accademia W. Stauffer, con il Quartetto di Cremona), Parigi (corsi di perfezionamento dell’Accademia ProQuartet) e Weikersheim (International Chamber Music Campus).

Questi luoghi di culto musicale hanno permesso al quartetto di venire in contatto con le personalità più rinomate tra le quali: Hatto Beyerle, Valentin Erben e Gerhard Schulz (Quartetto Alban Berg), Milan Skampa (Quartetto Smetana), Heime Müller (Quartetto Artemis), Quartetto Casals, Stefan Fehlandt (Quartetto Vogler), Dirk Mommertz (Quartetto Fauré), Johannes Meissl (Quartetto Artis), Claus Christian Schuster (Altenberg Trio), Christophe Giovaninetti (Quartetto Ysaÿe e Quartetto Elysée), Vladimir Mendelssohn, Alain Meunier, Ettore Causa (Quartetto Aria), Petru Horvath, Bruno Giuranna, Antonello Farulli (Quartetto Sinopoli), il Quartetto di Torino, Alberto Maria Ruta (Quartetto Savinio).

Il Quartetto ha ottenuto il 1° premio assoluto al concorso europeo Jacopo Napoli di Cava dei Tirreni, 3° premio al XXXIV Concorso Nazionale “Francesco Cilea” di Palmi (RC) e il 2° premio al XIV Concorso Internazionale “Pietro Argento” di Gioia del Colle (BA).

Nel Marzo del 2010 viene pubblicata l’opera del compositore Cosimo Carovani “I 5 elementi” dedicata al Quartetto Mitja ed eseguita al concerto-concorso di composizione “Antonio Veretti” II edizione.

Il Quartetto Mitja è stato ospite di prestigiose rassegne tra le quali:

“Festival dei 2 Mondi”di Spoleto (PG), Associazione Alessandro Scarlatti (NA), il “Festival di Pentecoste” di Tavarnelle Val di Pesa (FI), “Jeux d’Art à la Villa d’Este” di Tivoli (Roma), MozArt-Box di Portici (NA), “Pietre che Cantano” dell’Aquila, “ProQuartet Rencontres Musicales” in Pont Royal (FRANCIA) , Jeunesses Musicales Deutschland a Weikersheim (GERMANIA), Teatro Ponchielli di Cremona, Rassegna “Vivace” al Teatro Valli di Reggio Emilia, Palazzo Pitti di Firenze, affiancandosi a grandi interpreti quali Renzo Pelli (1° flauto del Maggio Musicale Fiorentino), Simone Gramaglia e Giovanni Scaglione del Quartetto di Cremona.

Al quartetto sono state riconosciute alcune borse di studio da parte di:

Scuola di Musica di Fiesole (2010)

ProQuartet di Parigi (2011-2012)

Fondazione “A. Ciampi” (2012)

Jeunesses Musicales Deutschland (2012)

Tra il 2010 e il 2012 il gruppo ha suonato un quartetto “Arnaldo Morano” (1970) affidatogli dalla Scuola di Musica di Fiesole.

  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com