Attentato a Gerusalemme vecchia, tre feriti. La polizia israeliana uccide i tre assalitori

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
Forze israeliane nella Città vecchia di Gerusalemme poco dopo l'attentato (afp)
Forze israeliane nella Città vecchia di Gerusalemme poco dopo l’attentato (afp)

L’assalto nella spianata delle moschee vicino alla Porta dei Leoni nella Città vecchia. Le persone colpite apparterrebbero alle forze dell’ordine. Verifiche per capire se i tre attentatori fossero palestinesi. Chiusa l’area e cancellate le preghiere del venerdì al Monte del Tempio.

Un attentato è avvenuto stamane nella spianata delle moschee nei pressi della Porta dei Leoni della Città Vecchia di Gerusalemme. Tre le persone ferite, di cui due più gravi. “I terroristi sono stati neutralizzati”, ha aggiunto una portavoce militare, specificando che sono stati uccisi. Si tratterebbe di tre assalitori palestinesi ma ancora non ci sono conferme ufficiali. Non è chiaro come le armi, due fucili e una pistola ritrovate sui corpi degli aggressori, siano state trafugate all’interno della Spianata. Area che è stata subito chiusa.

Da parte loro i servizi di emergenza aggiungono che i feriti sono israeliani e sarebbero appartenenti alle forze dell’ordine israeliane. Due di loro sono in condizioni gravi.

E intanto la security israeliana ha deciso di cancellare le preghiere musulmane del venerdì al Monte del Tempio, una decisione che non veniva presa da anni. L’area è il luogo più sacro dell’ebraismo e il terzo più sacro nell’Islam, dopo la Mecca e la Medina in Arabia Saudita.

A partire da settembre 2015, blitz palestinesi hanno ucciso 43 israeliani, due turisti americani e un  britannico. Nello stesso periodo, le forze israeliane hanno ucciso 254 palestinesi, la maggior parte dei quali definiti da Israele terroristi pronti ad attaccare. La Repubblica.it

  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com