Basket, Irving: ho fatto la cosa giusta per me

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • (ANSA) – ROMA, 14 OTT – Kyrie Irving, dei Brooklyn Nets,
    afferma che sta “facendo ciò che è meglio” per lui, rifiutando
    il vaccino contro il Covid-19. Una scelta, la sua, che
    presuppone l’esclusione dal prossimo campionato Nba.
        I Nets hanno affermato che il playmaker non giocherà fino a
    quando non verrà considerato idoneo a diventare “un partecipante
    a pieno titolo” del campionato, secondo le regole del vaccino
    contro il Covid-19 della città di New York.
        Irving non è vaccinato, ma i regolamenti stabiliscono che
    tutti gli atleti che giocano o si allenano in città debbano
    esserlo. Il 29enne dice che non si piegherà alle pressioni per
    essere vaccinato. Parlando della propria vicenda su Instagram
    Live mercoledì, Irving ha dichiarato: “Fai ciò che è meglio per
    te, ma non sono un sostenitore di nessuna delle due parti. Sto
    facendo ciò che è meglio per me. Conosco le conseguenze e, se
    significa che verrò giudicato e demonizzato per questo, va bene
    lo stesso”.
        Irving è stato per sette volte nella All-Star e, nella scorsa
    regular season, ha giocato 54 partite con l acanotta dei Nets.
        L’Nba di recente ha fatto sapere che qualsiasi giocatore ‘no-vax’ non verrà pagato per le partite che salterà. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte