Bilancio Statale…entrate in diminuzione

  • Le proposte di Reggini Auto

  •  

     
         

    Congresso di Stato, nella seduta di questa mattina, ha analizzato il bilancio e ha proceduto adottando una serie di interventi, giudicati dallo stesso Segretario di Stato per le Finanze, Gabriele Gatti, “indispensabili” vista anche la situazione economica internazionale. Dopo aver dato atto al governo precedente di non aver scelto l’esercizio provvisorio ha proseguito il Segretario di Stato nella conferenza stampa conclusiva dei lavori del Congresso, si è analizzato il bilancio su tre direttrici: “le entrate, l’entità della spesa corrente e gli interventi sull’economia”.

     

    Una delle prime scelte è la riduzione delle entrate da imposte dirette e indirette del 2,5% “data la crisi generale che tutto il mondo dovrà affrontare” e che si prevede di “riportare al -1,5% e poi a -1% tra il 2010 e i 2011, prefigurando una ripresa dell’economia”. Non è stata toccata invece la spesa corrente, “capitolo che ci preoccupa molto” ha proseguito il responsabile delle Finanze, che però ha voluto sottolineare l’intenzione del governo di “portare avanti gli investimenti, oggi sottodimensionati”. Una riduzione ci sarà, dunque, “ma cercheremo di adottare politiche particolari che privilegino gli investimenti non aumentano la spesa corrente”. Infine, la terza azione sarà di creare un capitolo di bilancio, una sorta di “pacchetto anticrisi”, che con un investimento tra 4 e 5 milioni di euro, interverrà a favore delle imprese utilizzando il 45% degli introiti dei giochi. Gli interventi per le aziende saranno previsti in un disegno di legge che sarà approvato dal Consiglio Grande e Generale dopo un lavoro con le categorie economiche e i sindacati “evitando improvvisazioni e interventi a pioggia” ha chiarito Gatti. Un’altra azione prevista sarà sui contributi per mutui prima casa, anche qui “da esaminare con le categorie economiche e i sindacati per renderli mirati”. Tutto ciò produce quindi un disavanzo di 24 milioni e 427 mila euro, ha concluso il ministro, un intervento “ingente, ma necessario e realistico”, poiché “è inutile portare una legge di bilancio in prima lettura, quando si sa che le cifre non avranno riscontro e dovranno vedere interventi massicci in assestamento”. Ci sono anche ingenti risorse per l’azienda dei servizi e produzione. Si guarda dunque a servizi, infrastrutture e asili nido, che, ha concluso Gatti, “permettono di fare politica anche in un momento di crisi, adoperandoci per favorire lo sviluppo”.

     

    I Segretari di Stato per gli Affari Esteri e per la Giustizia, Antonella Mularoni e Augusto Casali assieme al collega Gabriele Gatti, in conferenza stampa hanno voluto fare qualche accenno al dibattito del Congresso della mattina. Il Segretario di Stato Mularoni ha informato i colleghi delle recenti decisioni del Moneyval riguardanti il nostro Paese e dell’incontro della commissione mista prevista dalla Convenzione del 1991 in materia di rapporti finanziari e valutari che si terrà giovedì a Roma. La titolare degli Esteri ha sottolineato che San Marino “vuole dare un segnale” anche per quanto riguarda i controlli sulle società attivando al più presto tutte le procedure e le nomine previste nella legge approvata nel giugno scorso. Questo “per evitare ulteriori problemi all’esterno per il nostro Paese”, ha concluso Mularoni.

    Riprendendo le parole della collega, Gatti ha poi concluso :”Vogliamo intervenire in maniera seria nella nostra economia anche per riportare una situazione di normalità e credibilità con gli altri Paesi”.

    AS

     

    Ufficio Stampa del Congresso di Stato

    COMUNICATO STAMPA