Blitz anti-abusivi della polizia. I bagnanti li insultano: “Fascisti”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Blitz delle forze dell’ordine condotto la scorsa mattina ad Igea Marina (Rimini) contro la piaga dei venditori ambulanti.

Si creano due fazioni, da un lato pochi villeggianti si scagliano contro gli agenti ed il loro operato, dall’altra numerosi bagnanti ed alcuni residenti sostengono le forze dell’ordine: si sfiora lo scontro

Grazie ad alcune segnalazioni ricevute da residenti e negozianti, che avevano denunciato in massa la presenza di numerosi venditori abusivi africani e bengalesi in spiaggia, i vigili urbani, con l’appoggio dei carabinieri, hanno preparato un’operazione di controllo. Atteso l’arrivo degli ambulanti alla fermata del bus con le loro buste cariche di merce da vendere tra i bagnanti, le forze dell’ordine hanno fatto scattare il blitz.

Complessivamente una trentina gli agenti impegnati nell’intervento, salutato con entusiasmo dagli abitanti del posto. Peccato che, al contrario, alcuni dei turisti presenti alla scena non abbiano gradito e si siano invece scagliati contro le forze dell’ordine, come riportato da “Il Resto del Carlino”. “Siete dei fascisti, siete solo razzisti, lasciateli stare, sono dei poveretti”, avrebbero gridato alcuni villeggianti, scatenando però la dura reazione di altri bagnanti, che sono intervenuti in difesa degli agenti e del loro lavoro. “Fanno bene a portarli via, vengono qui solo per rubare. Quando te li troverai in casa, vedrai se non diventi razzista anche tu”, avrebbero replicato questi ultimi. Le due opposte fazioni si sono ritrovate ad un passo dallo scontro, ma sono state prontamente separate dall’intervento dei militari.

Nel blitz sono stati perquisiti oltre una trentina di extracomunitari, in gran parte bengalesi: si tratta di stranieri regolari sul territorio nazionale, tuttavia sono stati multati per commercio abusivo e la loro merce è stata sequestrata. Solo uno del gruppetto, su cui già pendeva un decreto di espulsione, ha tentato l’inutile fuga via mare: si tratta di un 54enne senegalese che, non sapendo nuotare, ha pure rischiato di morire annegato. L’uomo ha addirittura tentato di attaccare il vigile che cercava di soccorrerlo, ferendolo ad una mano. Nel suo zaino una cinquantina di occhiali contraffatti. Il senegalese è stato arrestato e condannato ad un anno e due mesi di reclusione dopo il processo per direttissima. Il Giornale.it

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com