Brexit, Theresa May annuncia tra le lacrime le sue dimissioni per il 7 giugno

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

La premier britannica Theresa May ha annunciato le sue dimissioni. E c’è anche la data: il 7 giugno.

Ieri, la Bbc aveva riportato alcune indiscrezioni di ministri del Regno Uniyo che avevano confermato l’ipotesi di un annuncio dell’abbandono dello scettro di Londra da parte della premier.

E oggi è arrivato l’annuncio. La notizia chiaramente ha un’importanza fondamentale nel percorso della Brexit. È del tutto evidente che l’operato della leader del partito conservatore si è impantanato di fronte ai problemi legati alla questione irlandese, all’unione doganale, all’opposizione interna fra i conservatori e alla mancanza di volontà di Jeremy Corbyn di approvare l’accordo.

La premier ha iniziato il suo discorso a Downing Street proprio parlando della decisione del popolo britannico di lasciare l’Unione europea (guarda il video). E la May ha detto davanti a tutti che credeva fosse giusto raggiungere un accordo con Bruxelles per rispettare la volontà della maggioranza dei cittadini. E ha detto di “aver fatto il possibile per raggiungere l’accordo”. “Per me è questione di grande rammarico, e lo resterà sempre, il fatto di non essere stata in grado di portare a termine la Brexit” ha detto la ormai dimissionaria premier. “Ho fatto il possibile per convincere i deputati a sostenere quell’accordo ma purtroppo non sono stata capace di farlo. Ho provato a farlo tre volte. Credo sia stato giusto perseverare” ha continuato. Infine, il capo del governo, visibilmente commosso, ha concluso: “Lascio l’incarico che è stato l’onore della mia vita, la seconda donna premier, ma certamente non l’ultima“. “La nostra politica potrà essere in difficoltà, ma c’è così tanto di buono in questo Paese, così tanto di cui essere orgogliosa” e ha lasciato dicendo di provare “enorme gratitudine per aver potuto servire il Paese che amo“.

Tra i favoriti per sostituire la premier May c’è l’ex ministro degli Esteri Boris Johnson, uno dei più agguerriti sostenitori della Brexit. Il Giornale.it

  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com