Burkini, il ministro Alfano: «Severità nei controlli, ma niente provocazioni»

  • Le proposte di Reggini Auto

  • bur«La nostra bussola è sempre stata il buon senso. Noi siamo severi, facendo controlli, arresti e espulsioni, ma non facciamo provocazioni su questioni che non investono l’ordine pubblico, realizzate come atto ideologico e che possono apparire come provocazioni che possono attirare reazioni violente». Lo ha detto il ministro dell’Interno Angelino Alfano a Rtl, intervenendo in merito alle polemiche sul burkini. Si tratta anche, ha sottolineato Alfano, «di un fatto pratico. Non c’è violazione di legge. Io ho grande rispetto per i francesi, ma finora L’Italia è stata un paese sicuro anche perché la comunità nazionale non ha mai avuto comportamenti che hanno fatto pensare ad una crisi di rigetto per i musulmani».

    Il Messaggero.it