Calcio: Usa; Mls riparte nel segno dell’anti-razzismo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • (ANSA) – ROMA, 09 LUG – La Mls, il massimo campionato calcistico negli Stati Uniti, riparte nel segno della protesta contro il razzismo. Decine di giocatori sono scesi in campo prima del calcio d’inizio e hanno alzato il pugno per otto minuti e 46 secondi. “È stato emozionante per quelli che erano lì”, ha detto l’ex attaccante del Manchester United Nani ora a Orlando, che nella prima partita dopo lo stop per il Coronavirus ha deciso con un gol l’incontro della sua squadra con il Miami .
        “Vogliamo tutti cambiare il mondo – ha detto Nani come riporta la Bbc – Vogliamo un mondo migliore – nessuna differenza, nessuna discriminazione. Tutti nel mondo dovrebbero fermarsi per un paio di minuti e pensare ai nostri figli e insegnare loro come essere una persona migliore e creare un mondo migliore”.
        Nella notte italiana prima partita post-lockdown per il campionato statunitense, concentrato nella bolla del Disney World Resort di Orlando che a fine mese ospiterà anche la ripresa della Nba. I padroni di casa degli Orlando City hanno sconfitto per 2-1 l’Inter Miami di proprietà di David Beckham trovando il gol vittoria al 97′ con l’ex United e Lazio Nani.
        Poche ore prima della partita, però, i media statunitensi hanno rivelato altri quattro casi di Covid-19 all’interno del Nashville, già interessato da cinque casi positivi martedì, che avevano costretto al rinvio del match contro Chicago. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte