Capitani Reggenti in visita all’Università di San Marino, il Rettore: “Una motivazione per proseguire nel percorso intrapreso”

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Illustrate ai Capi di Stato le principali attività di didattica e ricerca che coinvolgono l’Ateneo sammarinese

    L’Università degli Studi della Repubblica di San Marino ha ospitato questa mattina la visita degli Eccellentissimi Capitani Reggenti, Matteo Fiorini ed Enrico Carattoni, ai quali sono state illustrate le principali attività che coinvolgono l’Ateneo negli ambiti della didattica e della ricerca. I Capi di Stato del Titano sono stati accolti nell’Antico Monastero di Santa Chiara, attualmente occupato dal dottorato di ricerca in Scienze Storiche, dalla Biblioteca universitaria, dal centro di ricerca sull’Emigrazione e dal corso di laurea in Design, che insieme a docenti e studenti ha offerto una serie di approfondimenti attraverso una significativa selezione di progetti, compresi quelli esposti nei mesi scorsi a Milano in concomitanza con il Salone del Mobile.

    “L’interesse mostrato dalla Reggenza ci riempie di soddisfazione e motivazione per proseguire nel percorso che negli ultimi tre anni ha visto un incremento non solo degli iscritti, ma anche nelle attività che l’Ateneo svolge al servizio del territorio e della sua comunità”, spiega il Rettore, Corrado Petrocelli, al termine della visita. “Ciò a dimostrazione dell’imprescindibile ruolo che l’Università riveste nel contesto sammarinese e anche al suo esterno grazie ai tanti rapporti internazionali consolidati. In questo senso, i progetti illustrati oggi ai Capi di Stato sono fra le dimostrazioni più tangibili della nostra attività”.