Carrarese-San Marino=0-0

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Termina senza vincitori né vinti la gara tra Carrarese e San Marino. 0-0 il risultato finale che consegna ai biancoazzurri un punto d’oro, conquistato contro una Carrarese, in crisi d’identità, ma pur sempre composta da una pacchetto offensivo di grande livello. Buona soprattutto la prestazione della difesa, rivitalizzata dalla cura Petrone e che ormai da tre turni mantiene imbattuta la propria porta. Non a caso i Titani si presentano a Carrara con una formazione decisamente compatta, col chiaro intento di chiudere gli spazi di manovra ai padroni di casa. Si parte con un 4-4-1-1 dove il centravanti Longobardi viene supportato dalla tecnica dell’inviperito Grassi, che i tifosi della Carrarese ben conoscono fin dai tempi del Castelnuovo. A formare il bunker difensivo ci sono i due terzini Tafani e Mussoni, spalle della coppia centrale Ustulin-Audel. Il centrocampo vede, invece, due esterni molto bloccati: Chiopris Gori e Turchetta e la coppia di mediana Capece-De Cristofaro.

    La Carrarese, che vuole tornare ad assaporare i tre punti dopo cinque turni di vacche magre risponde col consueto 4-3-3. Confermata la formazione della vigilia con Vaira in difesa ed il rilancio di Rinaldi in cabina di regia, affiancato da Falivena e Vincenzi. In attacco rientra Micchi, mentre l’influenzato Bonfanti è sostituito da Chiaria.

    La partita. I padroni di casa partono subito bene ed al 1′ possono già collezionare la prima occasione da rete grazie ad un cross dalla destra di Citro per Chiaria, l’attaccante da ottima posizione prova l’acrobazia, ma ne esce una rovesciata sporca e la palla finisce lontano dallo specchio della porta. Il San Marino per sbloccarsi si affida alla classe di Grassi che al 3′ su punizione prova a sorprendere Dessena senza fortuna. Lontana dalle brillanti prestazioni d’inizio stagione, la Carrarese riesce comunque ad avere la meglio sul San Marino ed al 31′ va vicinissima al vantaggio con una punizione di Bischeri distante circa 30 metri dalla porta: la bomba però si stampa sulla traversa con Scotti letteralmente pietrificato. Questa, l’unica vera emozione del primo tempo, decisamente opaco sia dal punto di vista del gioco che delle occasioni. Nella ripresa i biancoazzurri escono finalmente dal guscio e si fanno vedere con una girata alta di Longobardi su cross di Chiopris. Al 7′ ancora Longobardi viene “lanciato” verso l’area toscana da un liscio di Vaira, ma il difensore riesce a rimediare in tempo. Il San Marino ci crede ad all’11’ costringe Dessena agli straordinari, quando in mischia in area Audel anticipa tutti di testa e per poco non beffa Dessena. Fino al triplice fischio dell’arbitro la Carrarese riparte alla ricerca del vantaggio, ma i tentativi alla rinfusa degli uomini di Firicano non avranno buon esito. Al 17′ Micchi con un diagonale mette i brividi alla decina di tifosi giunti da San Marino. Scotti questa volta non trattiene, ma è bravissimo a salvare la porta sul tentativo di tap-in dell’accorrente Chiaria. Firicano prova a cambiare qualcosa, gettando nella mischia Pennucci al posto di uno spento Falivena. Il cambio sembra azzeccato ed al 36′ proprio il neoentrato lancia verso la porta Chiaria che cincischia e perde l’attimo buono. Chiaria si riscatta in parte al 39′ con una bella girata al volo respinta da un ottimo Scotti. Dal corner successivo sarà Del Nero di testa a sfiorare il gol. L’ultimo tentativo disperato della Carrarese arriva al 44′ col giovane Bigazzi, servito alla perfezione da Bischeri, ma il giocatore (entrato al 39′ al posto di Vincenzi) manca clamorosamente la porta.

     

    CARRARESE (4-3-3):Dessena 6; Citro 5, Del Nero 6,5 (cap.), Vaira 6, Briotti 6; Falivena 5 (15′ st Pennucci 6), Rinaldi 5,5, Vincenzi 5,5 (39′ st Bigazzi 5,5); Chiaria 5,5, Micchi 6,5, Bischeri 6,5. A disp.: Giarnera, Sicignano, Baritti, Doretti, Manzoni. All. Firicano 5,5.

    SAN MARINO (4-4-1-1): Scotti 6,5; Tafani 6, Ustulin 6, Audel 6,5, Mussoni 5,5; Chiopris Gori 6 (35′ st Cossu ng), Capece 6, De Cristofaro 6, Turchetta 5; Grassi 6,5; Longobardi 6 (45′ st Mortaro ng). A disp.: Simoncini, Di Benedetto, Paoli, D’Andria, Pianini. All. Petrone 6.

    ARBITRO: Affinito di Frottamaggiore 6,5.

    NOTE: giornata soleggiata. Terreno in ottime condizioni. Ammoniti: Rinaldi, Del Nero, Chiaria; Mussoni, De Cristofaro. Angoli: 5-4 per il San Marino. Recupero: pt 1’, st 4’. Spettatori: 761 per un incasso complessivo di 6.722,00 euro.