Case chiuse, altolà della Chiesa: “Lo Stato non diventi pappone”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Nel suo editoriale sul sito del magazine In Terris, il sacerdote della Comunità Giovanni XXIII, don Aldo Buonaiuto, ha risposto così alla proposta di Matteo Salvini di riaprire le case chiuse: “Lo Stato rischierebbe di diventare pappone”.

La proposta di Matteo Salvini di riaprire le case chiuse non piace alla Chiesa.

A parlare per conto delle gerarchie cattoliche è don Aldo Buonaiuto, direttore del magazine In Terrise sacerdote della Comunità Giovanni XXIII, fondata da don Oreste Benzi. Nel suo editoriale di oggi, don Buonaiuto ha usato parole durissime sull’ipotesi di cancellare la legge Merlin, a cui nelle ultime ore hanno aperto i 5 Stelle dopo un iniziale diniego. “Colpisce la concezione sbagliata di coloro che pensano che il drammatico fenomeno della prostituzione schiavizzata, si possa combattere riaprendo le case chiuse”, la prima frase dell’articolo. Il Giornale.it
  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com