CESENA TORNA IN SERIE B

  • Le proposte di Reggini Auto

  • E’ durato un anno l’oblio del Cesena: dopo la retrocessione in serie C1 di un anno fa, i bianconeri sono riusciti in 12 mesi a tornare in serie B, con un’escalation ammirevole per determinazione e voglia di tornare nel calcio che conta. Ma soprattutto con la voglia di aprire un ciclo in grado di far sognare i tifosi bianconeri. Tifosi che domenica si sono trasferiti in massa allo stadio “Bentegodi” di Verona, dove i romagnoli pareggiando 0-0 si sono assicurati la promozione.

    A guidare l’assalto dei tifosi bianconeri (provenienti in gran parte dalla Romagna ma anche da altri del nostro paese e persino dall’estero) c’erano il presidente del club, Igor Campedelli, il sindaco di Cesena, Giordano Conti, e il presidente della Provincia, Massimo Bulbi. Ora la sfida per il club bianconero si gioca sul calciomercato: il primo obiettivo sarà l’allenatore, cioè mantenere Pierpaolo Bisoli al timone della formazione anche in serie B. Dopo la grande stagione appena conclusa, molti sono i club interessati

    al tecnico. Terminati i brindisi la società romagnola si metterà subito al lavoro su questo come su altri fronti.