Come cancellare il dolore a piede e caviglia, ma senza chirurgia invasiva?

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

 

Qual è il ruolo della terapia rigenerativa nel trattamento del dolore cronico del piede e della caviglia e perché è possibile evitare la chirurgia invasiva?

Le condizioni dolorose del piede e della caviglia possono spesso peggiorare in forme di disabilità. Principalmente è dovuto al fatto che le opzioni terapeutiche tradizionali non riescono a ridurre il dolore cronico e afornire un sollievo sufficiente e/o costante al paziente.
Quello che succede, invece, è che il paziente continua a camminare sul piede o sulla caviglia dolorante con il rischio di finire con una disabilità permanente che influisce sulla qualità della vita.
Tuttavia, le terapie rigenerative come la terapia con cellule staminali mesenchimali, la terapia con cellule mononucleate dal sangue periferico e la terapia con gel piastrinico (PRP) si sono dimostrate eccezionalmente efficaci nell’alleviare il dolore e riparare il danno tissutale, tutto senza la necessità di un intervento chirurgico.
Indipendentemente dal fatto che la condizione patologica si sia sviluppata a causa di danni alle ossa o danni alla cartilagine o ai legamenti, le terapie rigenerative agiscono avviando il naturale processo di guarigione del corpo. In effetti, la Medicina Rigenerativa si è dimostrata sicura e più efficace delle attuali opzioni chirurgiche invasive.
La terapia cellulare è una tecnologia mini-invasiva della medicina rigenerativa, che utilizza il potenziale curativo del proprio corpo, per riparare determinate condizioni patologiche del piede e della caviglia, con l’obiettivo di:
  • Accelerare il processo di guarigione
  • Ridurre il dolore giocando sull’infiammazione
  • Riportare la mobilità funzionale in breve periodo di tempo
Alcune delle condizioni patologiche di dolore al piede e/o alla caviglia, possono essere trattate con la medicina rigenerativa, evitando la chirurgia più invasiva:
  • Distorsioni
  • Fascite plantare
  • Lesione al tendine achilleo
  • Lesione del tendine rotuleo
  • Artrosi del piede o della caviglia
  • Lesione del legamento crociato anteriore
  • Tendinite, lacerazioni dei tendini e dei legamenti
Fattori di rischio:
Qualsiasi tipo di intervento chirurgico invasivo comporta diversi fattori di rischio per i pazienti che includono:
  • Un lungo processo di recupero
  • Una forte dipendenza da farmaci per combattere le infezioni e il dolore
Nei pazienti anziani, oltre ai suddetti fattori, l’età è un altro importante fattore di rischio. È qui che le terapie rigenerative possono fornire il tanto necessario tampone contro molti dei fattori di rischio sopra menzionati e arrestare se non gestire una guarigione completa e rapida.
È fondamentale non accettare di vivere con il dolore per il resto della vita.
Grazie alla medicina rigenerativa è possibile rimettersi in carreggiata e recuperare in breve tempo
.
  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com