Commisso, presto altri club italiani saranno venduti

  • Le proposte di Reggini Auto

  • (ANSA) – FIRENZE, 01 APR – ”Penso che ci saranno altre
    vendite di club italiani nei prossimi 12 mesi. Non posso dire
    con certezza se saranno imprenditori americani, ma il fatto che
    ci siano già cinque proprietari statunitensi dimostra che le
    cose stanno cambiando. Portiamo un nuovo modo di vedere le cose,
    ad alcune persone può non piacere, comunque diamo una grande
    spinta per migliorare le infrastrutture”.
        Lo ha detto Rocco Commisso nel corso di un’intervista a Next Tv
    in cui ha parlato anche del recente accordo fra Serie A,
    Paramount Plus e Cbs Sports in cui lo stesso presidente della
    Fiorentina ha avuto un ruolo ritenuto decisivo. ”Credo che sia
    un accordo importante – ha commentato Commisso -. In Italia
    alcuni fra i club più grandi godono di un trattamento
    preferenziale, televisivamente parlando, quando ci sono più
    partite in un giorno. Non sempre, ma nella maggior parte dei
    casi l’ultima gara del turno di campionato diventa quella della
    settimana anche se si gioca venerdì, sabato e domenica”.
        Poi una previsione. ”Sono sicuro che la Paramount ‘utilizzerà’
    Cristiano Ronaldo – ha detto Commisso -. Fossi in loro, farei la
    stessa cosa. Quanto al mio ingresso nel calcio italiano, sono un
    tipo duro in molte cose, il mio impegno non è finalizzato a fare
    soldi, la mia volontà è restituire qualcosa ad uno sport che mi
    ha dato tanto e facendo così anche aiutare anche la mia
    Italia”.
        Il magnate italo-americano è atteso a Firenze nei prossimi
    giorni, nel frattempo la squadra prosegue la preparazione per la
    difficile trasferta di sabato con il Genoa, un vero e proprio
    scontro diretto. Sarà la prima gol della gestione-bis di Beppe
    Iachini richiamato in panchina dopo le dimissioni di Cesare
    Prandelli: l’obiettivo del tecnico ascolano è portare in salvo
    la Fiorentina come già avvenuto nella passata stagione. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte