Conferenza Stampa del 31.08.2009 – comunicato

  • Le proposte di Reggini Auto

  • I Segretari di Stato per gli Affari Esteri, Antonella Mularoni, per le Finanze Gabriele Gatti, per la Giustizia Augusto Casali e per l’Industria Marco Arzilli hanno inteso ribadire oggi, nel corso della consueta conferenza stampa, l’impegno del Governo  a contrastare fenomeni distorsivi che nuocciono gravemente al sistema economico sammarinese, che per l’impegno assunto con gli elettori deve essere basato su presupposti di trasparenza, nella massima collaborazione con la comunità internazionale e con la vicina Italia.

    Proprio a questo proposito il Segretario di Stato agli  Esteri, riferendosi all’incontro avuto venerdì scorso con il Ministro Giulio Tremonti, in occasione del Meeting, ha espresso soddisfazione  per il lungo e cordiale colloquio tenutosi nel corso del quale si sono riscontrate comunità di intenti e si sono potute affrontare molteplici questioni con chiarezza e concretezza. “Considero essenziale” ha detto la Mularoni “che si sia riavviato dopo tanti anni un rapporto diretto e costruttivo fra il Ministero dell’Economia italiano e le Segreterie di Stato sammarinesi.” Il Governo ha la precisa volontà di intensificare la collaborazione, avviatasi positivamente negli ultimi mesi con l’Italia, per fare chiarezza sulle distorsioni che hanno afflitto in particolare negli ultimi anni il rapporto bilaterale quali, per citarne alcune, le società fittizie, le false residenze e le frodi fiscali. “Il Governo e la Maggioranza” ha detto ancora il Segretario di Stato Mularoni “hanno scelto dall’inizio della Legislatura di andare in un’altra direzione, quella della trasparenza e della collaborazione fra Stati.”

    Gli Accordi negoziati sul piano tecnico non sono messi in discussione, la nuova trattativa riguarderà gli aspetti sopramenzionati che sono oggetto di comune preoccupazione.

    Il Segretario di Stato Gatti, sempre in merito all’incontro con il Ministro Tremonti, ha evidenziato inoltre come i dati relativi alla realtà sammarinese riferiti da Tremonti in conferenza stampa risalgano al dicembre 2008 e riflettano quindi una situazione ereditata dal precedente Governo e sulla quale l’esecutivo ha da tempo iniziato ad intervenire. Gatti ha sottolineato inoltre una sintonia con i propositi del Governo italiano ed ha riferito che  gli Accordi con l’Italia potranno essere firmati a breve dopo l’incontro  di metà settembre. Si tratta di Accordi complessi ed articolati che devono prevedere regole che diano certezza per la nostra economia. Gli Accordi vanno in questa direzione ed appare incredibile che l’opposizione accusi l’Italia di voler diminuire la nostra sovranità. “Non si può pensare  che San Marino possa vivere di frodi fiscali e di residenze per gli evasori: chi pensa invece che questo sia il futuro del Paese abbia il coraggio di dire da che parte sta”. Il Segretario di Stato Casali ha affermato come il Patto per San Marino rappresenti l’unico Governo possibile per uscire dall’attuale contingenza, che è stata causata proprio dall’azione di coloro che oggi vorrebbero dettare le soluzioni.

    I vari Ministri italiani che in questi mesi hanno incontrato esponenti del Governo di San Marino testimoniano il rinnovato rapporto con l’Italia e oggi è possibile riscontrare un trend positivo, iniziato già nello scorso febbraio quando il Governo è riuscito ad evitare che San Marino uscisse dal sistema dei pagamenti italiano.

    Anche il Segretario di Stato Arzilli ha ribadito che questo Governo e questa Maggioranza non hanno alcuna intenzione di offrire sponde a chi vuole frodare. Il Governo sta mettendo la massima attenzione nella gestione del settore societario e sta monitorando da tempo il settore degli autonoleggi e auto di lusso. La situazione per Arzilli è complessa ma non vi sono possibilità di mediazione : occorre definire i termini di un nuovo sistema economico e verso questo obiettivo sono già stati effettuati passi significativi.

     

     

     

     

     

     

        San Marino, 31 agosto 2009 – 1708 d.F.R.

     

     

     

    UFFICIO STAMPA tel. 0549 882221  fax.0549 992018  e-mail: [email protected]