Confronto tripartito: Il Direttivo della Federazione Servizi CSU invita il Governo a svolgere un ruolo più incisivo e responsabile

  • Le proposte di Reggini Auto

  •  Il direttivo unitario della Federazione Servizi della CSU, nel riunire i membri che appartengono ai settori i cui contratti sono scaduti – Azienda di Produzione e settore bancario – ha fatto il punto sulla trattativa in corso al tavolo unico.  Nel corso della riunione, tenutasi nella serata di martedì 26 maggio, i Segretari della FULCAS – CSU hanno illustrato le ultime novità scaturite nel corso dell´incontro tripartito di lunedì 25 maggio, ed è stata analizzata la bozza di “accordo tripartito” inviata dal Governo nei giorni scorsi.

     

    Dopo una attenta valutazione ed una approfondita discussione, il Direttivo ha riconfermato la massima fiducia nel tavolo tripartito, invitando il Governo a tenere nella giusta considerazione le richieste che provengono dal mondo del lavoro. In particolare, il direttivo ritiene inaccettabile che si possa modificare l´articolazione dell´orario lavorativo senza che ci sia un coinvolgimento attivo delle organizzazioni sindacali nella definizione dei relativi accordi; inoltre si è considerata pretestuosa la volontà – di chiara matrice imprenditoriale, ma purtroppo condivisa dal Governo nel suo documento – di ampliare il periodo di prova sino ad un massimo di 6 mesi ed il tempo determinato fino ad un massimo di 18 mesi.

     

    Riguardo alla parte economica, si è rinnovata la richiesta di aumenti annui per il 2009 ed il 2010 che salvaguardino il potere di acquisto dei salari e degli stipendi; assolutamente inadeguata ed irricevibile la proposta formalizzata dal Governo che prevede per ciascuno dei due anni in questione una percentuale dell´1,5%. La FULCAS – CSU ritiene che ci siano tutti i presupposti per poter addivenire ad una positiva definizione delle proposte sul tavolo tripartito; pertanto invita il Governo a svolgere un ruolo più incisivo e responsabile, non perdendo mai di vista le aspettative delle migliaia di lavoratori coinvolti nei rinnovi contrattuali.

     

    FULCAS – CSU