Consiglio Grande e Generale

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Il tema portante di questa sessione consigliare è la nomina del Presidente di Banca Centrale. L’ordine del giorno prevede numerosi argomenti, di carattere nazionale e internazionali, ma il nodo politico si conferma l’incarico al professore Rainer Masera, soprattutto dopo indiscrezioni che ipotizzano una sua possibile rinuncia. Supposizioni che non trovano alcuna conferma ufficiale ma che alimentano i rumors della politica, come quelle che vedrebbero gli Europopolari e Arengo e Libertà orientati verso una astensione.
    Nei giorni scorsi non avevano mancato di manifestare le loro perplessità e oggi potrebbero decidere di non esprimere il consenso scegliendo l’astensione, ma anche in questo caso si tratta di voci che potrebbero essere smentite nei fatti.
    Dunque c’è grande attenzione sul comma 10, come previsto, quando si discuterà dell’attesa nomina per un ruolo vacante da circa un anno, di fondamentale importanza per l’assestamento del sistema bancario, attraversato in questi mesi da una serie di turbolenze di varia natura. Le tensioni sono tutte politiche, non certo sulla figura del professor Masera, considerata la sua indiscutibile autorevolezza riconosciuta a livello internazionale.
    Altro aspetto delicato, le dimissioni e relativa sostituzione di Fabio Massimo dall’Ufficio Centrale di Collegamento. L’esperto, infatti, ha rinunciato all’incarico appena qualche giorno dopo la sua nomina per ragioni di incompatibilità coi i suoi impegni professionali. Sul fronte legislativo l’assemblea che si chiuderà mercoledì prossimo, prevede, tra gli altri, l’avvio dell’iter per la legge sul censimento, sui trattamenti sanitari obbligatori, sull’adeguamento degli assegni famigliari. Arriva in aula anche il progetto di legge che riporta i voti in decimi nei giudizi degli studenti. Lo presenta il Segretario Romeo Morri che lo definisce un intervento per “armonizzare il sistema scolastico sammarinese a quello italiano, per il reciproco riconoscimento dei titoli, pur nella autonomia decisionale e organizzativa”.
    L’assemblea discuterà anche sull’occupazione e gli ammortizzatori sociali e procederà alla ratifica di accordi internazionali, tra i quali le convenzioni europee sull’estradizione e per l’assistenza giudiziaria in materia penale. Infine, prima degli ordini del giorno, la relazione annuale della Commissione di Vigilanza.
    Fonte: San Marino RTV