Coppa Italia: Atalanta; Gasperini, turnover è necessario

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • (ANSA) – BERGAMO, 13 GEN – “Il turnover stavolta è
    necessario, perché con l’ottavo di Coppa Italia iniziamo un tour
    de force di quattro partite in dieci giorni”. L’allenatore
    dell’Atalanta, Gian Piero Gasperini, alla vigilia dell’ottavo
    casalingo col Cagliari, annuncia in esclusiva ai Raisport
    avvicendamenti nella formazione titolare dell’Atalanta: “In
    porta torna Sportiello, in genere vedremo altri giocatori
    utilizzati meno, tra cui Maehle e Miranchuk – spiega il tecnico
    nerazzurro -. La Coppa Italia è una competizione presa
    inizialmente sottogamba da tanti, ma quando si va avanti ci
    tengono tutti. Anche noi, che giochiamo in casa, anche se il
    fattore campo senza pubblico incide molto meno”.
        Un cenno alla squadra del dopo Gomez, il separato in casa,
    ormai sostituito dietro le punte da Pessina: “Abbiamo un buon
    equilibrio, ma facevamo bene anche prima. C’è stato l’intoppo di
    sei giornate in cui facevamo 1 punto a partita mentre adesso ne
    facciamo 2 e mezzo. Siamo riusciti a trovare equilibri diversi”.
        Gasperini analizza l’ottimo momento dei suoi, 17 punti sui 21
    disponibili nelle ultime 7 occasioni: “Stiamo facendo bene e
    siamo in buona condizione, sia chi gioca che chi entra sta dando
    un grande contributo. Ma nel calcio ti devi ripetere
    continuamente”.
        Uno sguardo sull’avversario: “Il Cagliari rimane una buona
    squadra con giocatori molto validi, sta però attraversando un
    momento difficile. Il 5-2 in campionato nello scontro diretto?
    Bisogna vedere se le formazioni di entrambe le squadre saranno
    tanto diverse: quella è stata una partita molto più equilibrata
    di quanto non dica il risultato”. Proprio il 14 gennaio di due
    anni fa, allora a campi invertiti, coi sardi l’Atalanta aveva
    iniziato la cavalcata fino alla finale persa con la Lazio: “Noi
    ci proviamo in una competizione molto compressa. Andare avanti
    significa giocare altre cinque settimane con l’infrasettimanale
    sempre, con l’eventuale Quarto e poi subito le Semifinali, tutto
    entro il 10 febbraio. Una situazione straordinaria cui ci
    adegueremo nel migliore dei modi possibile”. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte