Coppa Titano, la Juvenes-Dogana si prende l’andata dei quarti: 3-1 al Tre Penne

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Un’altra rimonta per la squadra di Serravalle, che conquista il primo set della doppia sfida. Amati: “Siamo a metà di una partita ancora da finire”

    Game and set alla Juvenes-Dogana, ma per il “match” ci saranno da aspettare altri 90 minuti o, meglio, altre due settimane. Questo è il tempo che intercorrerà tra l’andata e il ritorno (in programma il 14 dicembre) dei quarti di finale della Coppa Titano BKN301, in cui la squadra di Serravalle si è portata avanti grazie al 3-1 rifilato al Tre Penne mercoledì sera. “Occorre sottolineare che è solo il primo tempo di una partita non ancora finita”, evidenzia l’allenatore Manuel Amati, per riportare un po’ di calma. Tuttavia, nonostante sia necessario tenere alta la concentrazione, è difficile frenare l’entusiasmo in casa Juvenes-Dogana a seguito di un risultato del genere, ottenuto contro una delle formazioni più importanti di San Marino e con la seconda rimonta consecutiva, dopo il 3-3 in campionato contro il Faetano.

    È ancora una volta l’attacco a fare la differenza, con Gianluca Benedetti e Lorenzo Pasquinelli a segno e Davide Merli protagonista dell’assist per Riccardo Colonna. Amati si dice molto soddisfatto di questo particolare: “Mi fa piacere che giocatori d’attacco puri stiano dando credibilità al numero di reti e occasioni e alla nostra concretezza sotto porta. Questo dà forza al lavoro dell’intera squadra”. Succede tutto nel secondo tempo: dopo una prima frazione conclusa 0-0, al primo minuto della ripresa passa il Tre Penne, con Gai. I biancorossoblù però non mollano, anzi. Bastano 15 minuti per tornare in parità e altrettanti per ribaltare il risultato e portarlo sul 3-1. “Il goal subito è stato un po’ beffardo, essendo arrivato da calcio d’inizio, su cui abbiamo lasciato una palla scoperta, e in seguito a un primo tempo ottimo, dove non abbiamo concesso molto, anzi, abbiamo creato – prosegue Amati -. Poi è stato molto bravo Colonna, che, dopo l’errore sulla rete avversaria, ha avuto la forza di attaccare con voglia e cattiveria il cross di Merli. La reazione che ha lanciato è stata in seguito suffragata dai goal degli attaccanti”.

    Passata la supersfida di coppa, si avvicina un’altra partita importante: l’incontro di domenica con il Pennarossa, nell’undicesimo turno di campionato. Dieci i punti conquistati fin qui dal club di Chiesanuova, che ha una sola lunghezza di vantaggio sulla Juvenes-Dogana, mentre sono tre i giorni a disposizione della formazione di Serravalle per preparare l’incontro. Amati ritiene fondamentale “dimenticarsi quanto fatto in coppa e ricollegarsi subito al campionato. Affronteremo un avversario che ha cambiato recentemente guida tecnica e viene da qualche risultato negativo da riscattare, quindi sarà una gara molto scorbutica e impegnativa. Dovremo essere bravi a tornare velocemente nell’assetto mentale da campionato, che è diverso rispetto a quello da coppa”.