Cordoni in cassaforte, ma solo a San Marino….dal SOLE 24 ORE

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Dalla sala parto alla sala frigo. Cresce il numero delle mamme che scelgono la crioconservazione del cordone ombelicale. Una tecnica che permette di mettere al riparo le staminali del sangue placentare. Un “patrimonio” da spendere in futuro, quando la medicina rigenerativa avrà scoperto come. 

    In Italia sono circa 10mila le famiglie che ogni anno scelgono di lasciare al neonato un`eredità di cellule, ma in territorio il procedimento non è possibile e così ci si autorganizza per inviarli privatamente a San Marino. “Le richieste di crioconservazione sono circa 200 ogni mese e sono costantemente in aumento” dicono dalla struttura sammarinese, l’unica autorizzata, dedita alla crioconservazione privata. Ovviamente sono sopratutto i sammarinesi a rivolgersi alla “banca del cordone”. Esistono infatti delle convezioni tra i cittadini del Monte Titano che possono usufruire di un`agevolazione per creare un “conto corrente” di staminali. Le sacche che contengono le cellule saranno conservate fino a 20 anni a -190°C e con un costo di circa 2.000 mila euro. fonte IL SOLE 24 ORE