Coronavirus:Merlo,chiuse alcune ambasciate e consolati

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • (ANSA) – ROMA, 14 AGO – “Continuano a crescere in maniera esponenziale i contagi per Coronavirus nelle Americhe, negli Usa e in America Latina in particolare. Così anche la rete consolare italiana è costretta a fare i conti con il Covid-19. Sono diverse, infatti, le sedi diplomatico-consolari che sono state chiuse perché al loro interno ci sono stati casi di contagio”. A riferirlo in una nota è il sottosegretario agli Esteri con delega agli Italiani nel mondo, Ricardo Merlo, precisando che “alcune di queste hanno già riaperto, altre lo faranno nei prossimi giorni” e raccomandando allo stesso tempo i connazionali nei Paesi più a rischio a recarvisi solo “per massima urgenza”. “Si tratta, fino ad oggi – ha precisato il sottosegretario Merlo – di almeno una ventina di sedi, tra Ambasciate e Consolati. Si va dall’Ambasciata d’Italia in Messico a quella a Belgrado, dal Consolato Generale di Miami a quello di Buenos Aires. Colpita anche la sede di rappresentanza Onu a New York”. Oltre a queste – aggiunge – “sono state colpite dal Covid-19 l’Ambasciata d’Italia a Doha, Abidjan, Caracas, La Paz, Tashkent, Bogotà, San Josè, Manila. Stessa sorte per il Consolato Generale di Recife”. Una situazione che crea disagio tra i connazionali all’estero – osserva Merlo – ma necessaria ad evitare lo sviluppo di nuovi focolai in caso di infezione.
        (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte