Covid: cluster azzurro, dopo Bonucci positivo Verratti

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Dopo Leonardo Bonucci c’è un secondo azzurro positivo al Covid-19. E’ Marco Verratti, sebbene il centrocampista del Paris SG avesse lasciato il ritiro della nazionale in anticipo, a causa di un trauma contusivo alla coscia sinistro riportato contro la Bulgaria, senza quindi prendere parte alla sfida con la Lituania, l’ultima delle tre di qualificazione ai mondiali del 2022. Con lui era rientrato a Parigi anche Alessandro Florenzi. Il virus, evidentemente, non fa sconti e per il gruppo azzurro, dopo la positività accertata anche di diversi membri dello staff, si può parlare di cluster. Così tutte le squadre sono all’erta, con giri di tamponi da ripetere quotidianamente. Sono risultati negativi quelli dei giocatori della Roma (Dzeko, compreso, sottoposto a test in quanto anche nella Bosnia c’è stato un caso di positività), così come quelli degli atalantini Toloi e Pessina, e degli azzurri del Napoli, Meret, Di Lorenzo e Insigne, testati all’alba di ieri al loro ritorno da Vilnius. Ma è chiaro che la guardia non può essere abbassata, c’è stato anche chi, come il Sassuolo, per prevenire problemi ha deciso di non far scendere in campo i suoi nazionali, nello specifico Locatelli e Ferrari, per evitare rischi. Idem per Muldur, tornato dalla selezione turca e anche lui escluso dal match di domani con la Roma. Negativo anche Gigio Donnarumma, che sarà quindi regolarmente in campo nel match dell’ora di pranzo fra Milan e Sampdoria. Ma il campionato rimane con il fiato sospeso e, non a caso, sono in arrivo nuove tornate di tamponi. Non potrebbe essere altrimenti


    Fonte originale: Leggi ora la fonte