I Crabs vogliono subito il bis

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • basketball1IL RAID vincente di Piombino è storia, per i Crabs Nts è tempo di cercare una conferma mai semplice. L’occasione è data dal match interno contro il Trecate, una matricola in B, una squadra che all’esordio è inciampata in casa col Faenza, compromettendo tutto in un pessimo secondo quarto nel quale riusciva a mettere a referto la miseria di 3 punti (al Flaminio la palla a due verrà alzata alle 18, fischiano Soavi e Bertuccioli). Per i piemontesi – Trecate è una cittadina da 20mila persone in provincia di Novara – tante, troppe conclusioni finite sul ferro (31% la statistica), soprattutto il nulla offerto dagli uomini della panchina, che non riuscivano mai a trovare un canestro su azione. «Ogni partita è diversa dall’altra, nel nostro sport è così – ammonisce il tecnico dei granchi, il bulgaro Georgi Mladenov –. Il Trecate ha giocatori d’esperienza e noi non siamo il Barcellona, pertanto dobbiamo rimanere sempre concentrati, difendere forte e giocare assieme», si raccomanda il coach della Nts, che avrà a disposizione lo stesso organico di Piombino, con i ragazzi del ‘98 ancora ai box.

    MELUZZI è sulla via della guarigione, tanto che tra martedì e mercoledì riprenderà ad allenarsi con i compagni, mentre i tempi di recupero per Signorini sono decisamente più lunghi: l’ala cesenate ha riportato infatti una lesione al legamento crociato del ginocchio, guaio che potrebbe richiedere un intervento chirurgico, con la stagione che sarebbe in questo modo largamente compromessa. Un peccato, anche perchè nei piani della vigilia l’idea dello staff tecnico e dirigenziale era quella di dargli spazio in B. Mladenov, come è ormai suo costume, tiene per sé lo starting five, ma si potrebbe comunque ipotizzare un assetto iniziale che prevede Panzini in regia, Chiera e Romano sul perimetro, Tassinari da numero 4 e Foiera (o Crotta, il ballottaggio è sempre attuale) in posizione di centro. Dalla panca Balic e Perez, anche se quest’ultimo a sua volta non è al top. «Ha dolore ha un ginocchio, problemi di tendini, però credo proprio che sarà della partita», è ottimista l’allenatore biancorosso, che invita caldamente i suoi a rimanere sul ‘pezzo’. «Per noi questo incontro è come una finale. E sarà sempre così, ogni volta che scenderemo in campo». Nel frattempo in questi ultimi giorni la campagna abbonamenti ha fatto registrare un certo incremento. Alla tabaccheria Diamante – e non al Flaminio, attenzione – sarà possibile sottoscrivere le tessere anche oggi (dalle 9.30 alle 20).