DELEGAZIONE PSD A SARAJEVO

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • Il PSD con il Segretario Giovagnoli, il Presidente Bronzetti e il Coordinatore del Movimento Giovanile Muratori, sta partecipando ai lavori del PES a Sarajevo. Ieri, 30 marzo, i vertici del PSD hanno incontrato per un lungo e proficuo colloquio il Segretario Generale del PES Philip Cordery, col quale ci si è confrontati sul ruolo dei socialisti in Europa, soprattutto in un momento di difficoltà dovuto alla crisi finanziaria internazionale. Inevitabile il riferimento al processo di integrazione europea, tema centrale della Conferenza sull’adesione dei paesi balcanici, come inevitabile la richiesta del Segretario Generale rispetto a quanto voglia fare la Repubblica di San Marino.
    Il Segretario Giovagnoli ha illustrato l’obiettivo politico del PSD che vede come fondamentale e non più rinviabile l’avvio immediato del processo di integrazione all’Unione Europea, come rappresentato da una mozione parlamentare che ha ottenuto quasi la maggioranza dei voti. Il dialogo è poi proseguito individuando come strategica la collaborazione tra micro stati soprattutto in riferimento alla presenza all’interno della grande famiglia europea. Dal canto suo il PSD ha chiesto al Segretario Cordery di considerare il passaggio da partito osservatore, a partito associato all’interno del PES.
    Infine il Segretario Generale, informato della recente frattura all’interno del PSD, chiarisce come sia invece fondamentale agire sui processi di unità e integrazione di tutte le forze che si richiamano agli ideali socialisti, pertanto solo in virtù di tali percorsi si può operare all’interno di organismi internazionali quali il PES, e l’Internazionale Socialista.