DICHIARAZIONE DEL SEGRETARIO MULARONI SULLA VICENDA CARISP

  • Le proposte di Reggini Auto

  •  “Ci dispiace che i riflettori su San Marino vengano accesi soltanto quanto accadono fatti negativi”. Lo dice Antonella Mularoni, segretario di Stato agli Affari esteri della Repubblica di San Marino, nel corso di una conferenza stampa a Roma, in merito all’inchiesta della Procura di Forli’ che ha coinvolto la Cassa di risparmio di Titano. Aggiunge il ministro: “Sappiamo che nel nostro sistema Paese ci sono delle criticita’ e siamo impegnati per rimuoverle”. Ma ci teniamo anche a dire che siamo un paese che ha 1700 anni di storia e questo governo sapra’ invertire le tendenze del passato per uscire a testa alta dalla crisi di questi_ giorni”. Per quanto riguarda i rapporti con l’Italia, Mularoni sottolinea che “a livello politico il nuovo governo sammarinese ha dimostrato di avere una volonta’ forte di andare nella direzione del cambiamento. Questo e’ stato apprezzato dalla parte italiana”. 

    Ricorda poi che “il 31 marzo a San Marino abbiamo firmato degli accordi con il ministro Frattini, uno in materia di cooperazione economica e l’altro che permette poi l’entrata in funzione operativa della utilizzazione da parte sammarinese dell’aeroporto di Rimini”. Inoltre, “stiamo lavorando

    sull’accordo in materia finanziaria, inizieremo a breve il negoziato per ridefinire l’accordo in materia di imposizioni fiscali, ma le relazioni sono ottime. L’accordo in materia finanziaria dovrebbe essere sottoscritto al piu’ tardi entro giugno, per quello in materia di imposizioni fiscali direi entro

    l’autunno e comunque sicuramente entro l’anno”.