Domani l´incontro sulla Finanziaria 2010. Pesantissimi dubbi si addensano sulla legge di bilancio

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Il Governo intende infliggere un duro colpo alla contrattazione e accantonare il progetto di legge sugli ammortizzatori sociali? 

    Si addensano pensantissimi dubbi sulla legge finanziaria 2010, sulla quale per domani (venerdì 11 dicembre) alle 12.00 presso Palazzo Begni, è stato convocato un incontro tra le parti che compongono il tavolo tripartito. Infatti, circola con sempre più insistenza la voce che il Governo è intenzionate a presentare – sotto forma di emendamenti – dei nuovi articoli alla finanziaria, che intervengono sulla flessibilità degli orari di lavoro e sul ricorso al lavoro straordinario, stabilendo inoltre di accogliere talune raccomandazioni del FMI circa la regolamentazione dei rapporti di lavoro (ovvero: aumento della flessibilità del lavoro…).

     

    Inoltre, vi sarebbe un articolo contenente norme stralcio sugli ammortizzatori sociali. Questo significherebbe che, dato che la materia ammortizzatori sociali viene affrontata in questa sede, di conseguenza l´intero progetto di legge sugli ammortizzatori sociali, che la CSU ha posto tra gli obiettivi prioritari dello sciopero generale del 16 dicembre, verrebbe accantonato. E questo peraltro spiegherebbe la frase contenuta nella lettera dell´ANIS pervenuta ieri a CSdL e CDLS, che recita testualmente “Il Governo ci ha assicurato che nella legge finanziaria inserirà un provvedimento stralcio per potenziare gli ammortizzatori sociali…”

     

    Se queste voci fossero vere, inserendo per legge queste imposizioni su materie contrattuali, si realizzerebbe un colpo durissimo alla contrattazione, che non ha precedenti in nessun paese europeo, vanificando interi decenni di conquiste dei lavoratori. È evidente che questi articoli della finanziaria – se confermati – sono stati scritti sotto dettatura dell´ANIS, e che il Governo di fatto è completamente succube dell´Associazione Industriali…

     

    Su tutto questo il Governo nell´incontro di domani sarà chiamato a fornire i necessari chiarimenti. È ovvio che la CSU, se queste voci fossero confermate dai fatti, non starà a guardare e farà di tutto per scongiurare questa pericolosissima e antistorica deriva…

     

    CSU