DURO LAVORO PER MARINO CARDELLI IN VISTA DEL GIGANTE OLIMPICO DI MARTEDI

  • Le proposte di Reggini Auto

  • [c.s.] Per Marino Cardelli proseguono gli allenamenti in vista del “Gigante olimpico” in programma martedì sulla pista di Whistler Creek. Il sammarinese sembra aver definitivamente smaltito il dolore alla caviglia che lo ha afflitto nei primi giorni di gara. Ieri per lui un altro piccolo inconveniente, durante l’allenamento del mattino infatti un attacco dello sci si è spezzato impedendo al sammarinese di proseguire il lavoro. Da oggi, in ogni caso, l’atleta si sarebbe allenato con i nuovi sci da gara preparati per l’occasione dallo sponsor tecnico “Blossom”.

    Prosegue anche l’attività del Capo Missione Gian Luca Borgagni che approfitta dell’assenza di gare dei sammarinesi per tessere un importante rete di rapporti tesi a sviluppare gli sport invernali a San Marino.

    Intanto a Vancouver continua a splendere un sole estivo che sorprende tutti gli addetti ai lavori, ieri al villaggio olimpico della città canadese (i sammarinesi alloggiano a quello montano di Whistler con tutti gli atleti dello sci alpino) si è registrata la temperatura record per un Olimpiadi invernale di 17 gradi.

    “Per noi va bene così –spiega Borgagni- anche perchè Marino si sta adeguando a questo tipo di neve e di clima e un cambiamento repentino delle condizioni sarebbe penalizzando. Resta il fatto che in molti si stanno lamentando. La gente del posto ci dice che si tratta dell’inverno più caldo degli ultimi vent’anni”.

    Oggi intanto ha raggiunto Vancouver anche il Segretario Generale del CONS Eros Bologna, per lui il primo appuntamento è proprio con i ragazzi della delegazione sammarinese.

    Comitato Olimpico Nazionale Sammarinese

    FONTE:sanmarinonotizie