E.C.S.O.: MONACO AUMENTA LA RACCOLTA BANCARIA.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Il Principato di Monaco ha incrementato la sua raccolta bancaria in piena crisi internazionale! Come ha fatto? Semplice! Dando la residenza agli operatori che si recano li’ per lavorare e mantenendo una pressione fiscale prossima allo zero per i settori strategici. Infatti nel Principato le ‘tasse’ sono zero sia sui redditi che sulle societa’ (a patto che le aziende producano oltre il 75 per cento del reddito in loco). Nel 2010 la raccolta bancaria era pari a circa 78  miliardi di euro ed e’ passata in pochi anni a 100 miliardi di euro, contro quella di San Marino che e’ passata da circa 14 a 7 miliardi in pochi anni. L’autorita’ di controllo di Monaco e’ sotto il controllo di Banca di Francia quindi gli operatori internazionali ripongono massima fiducia nel sistema monegasco, ed e’ per questo che noi di ECSO riteniamo che Banca Centrale San Marino dovrebbe essere sotto il controllo diretto di Banca d’Italia, ottenendo cosi’ maggior fiducia degli investitori stranieri ed un risparmio di 7 milioni di euro di stipendi all’anno. Questo non significa perdere sovranità in quanto i mercati e le Banche Centrali di tutto il mondo sono tutte collegate tra loro, inoltre di fatto oggi i vertici di Banca Centrale fanno il bello e il cattivo tempo nel mondo finanziario sammarinese senza però avere un chiaro legame con Banca d’Italia. Il Principato gestisce altri miliardi di euro di asset depositati alle Bahamas, Lussemburgo o altri lidi competitivi, e questo sempre grazie alla fiducia che gli operatori e gli investitori ripongono nel controllo di Banca di Francia. A San Marino ci sono pochi gestori che abbiano esperienza internazionale e per averli bisogna attrarli come fa Montecarlo, poi nel tempo anche i nostri giovani potranno imparare questa attivita’.
Per far si che gli operatori portino a San Marino parte delle loro masse gestite si devono dare grandi incentivi fiscali e residenze immediate. I consumi, i posti di lavoro, la visibilita’ internazionale arriveranno da soli come un grande aumento di forza nelle trattative future verso l’Italia. Attrarre capitale umano deve diventare un pilastro per il rilancio del nostro paese, tutto il resto verra’ da solo.

  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com