E’ operativa la procedura che consentirà l’ accreditamento degli asili nido privati nella rete di servizi socio-educativi offerti dallo Stato sammarinese.

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Un gruppo di lavoro, composto dai responsabili dell’Authority socio sanitaria, delle Segreterie di Stato alla Pubblica Istruzione e alle Finanze e del Servizio pubblico degli asili nido, ha completato questo importante percorso che, attraverso lo strumento del piano educativo per il biennio 2010/2012, consentirà alle strutture private operanti nel settore di offrire lo stesso standard qualitativo del servizio pubblico e di entrare così in un’unica rete di servizi per la prima infanzia.
     Già nel prossimo 2010 la Legge di bilancio ha stanziato 300.000 euro che serviranno per consentire alle famiglie di pagare la stessa retta, sia per gli asili pubblici che per quelli privati che avranno ottenuto l’accreditamento.
    Si potrà cosi dare una più incisiva risposta alla forte richiesta delle famiglie e si prevede, nei prossimi anni, di poter portare la percentuale della popolazione infantile  che usufruisce del servizio, dall’attuale 24,6 al 33 per cento, a livello dei Paesi più evoluti.
     “La scelta del Governo  di proseguire nel potenziamento delle strutture pubbliche” ha detto il Segretario di Stato, Romeo Morri “ma, al contempo, di aprirsi alla sinergica collaborazione col privato, consentirà di dare risposte concrete alle famiglie ma anche di dare risposte occupazionali e di garantire la qualità dei servizi erogati, nella consapevolezza che il periodo della prima infanzia presuppone un approccio pedagogico che offra le massime garanzie di professionalità degli operatori .”