Ecco la nuova “mappa” d’Italia: il centrodestra governa in 15 Regioni

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  •  

    Emilia-Romagna, Toscana, Lazio, Campania e Puglia. Sono queste le cinque regioni italiane guidate da una giunta di centrosinistra. In tutte le altre, con oggi anche le Marche, al timone c’è il centrodestra. Un vero e proprio ribaltone rispetto a una manciata di anni fa.

    Nel 2014, infatti, il centrosinistra governava praticamente ovunque, tranne che in Lombardia, Veneto e Campania. Poi la musica è cambiata e alcuni regione non rosse ma storicamente più vicine al centrosinistra hanno deciso di voltare pagina. Se pensiamo alle Regionali del 2019, per esempio, la coalizione di centrodestra ha strappato – a Nord – il Piemonte e il Friuli- Venezia Giulia, ma anche l’Umbria e l’Abruzzo nel centro Italia. Nel 2018, invece, era stata la volta del Molise per quanto concerne il Sud Italia e per rimanere nel Meridione nel 2019 anche la Basilicata e la Calabria scelsero di farsi guidare dal centrodestra, capace di conquistare, infine, entrambe le isole della Sardegna e della Sicilia.

    Le Regionali 2020, dopo tutti i pronostici, terminano in pareggio: tre regioni al centrosinistra e tre al centrodestra, che però – rispetto agli avversari politici – piazzano una zampata, togliendo alla sinistra dopo quasi trent’anni il controllo delle Marche. Motivo per il quale, nonostante la mancata vittoria in Toscana e in Puglia, la coalizione può comunque sorridere.

    Proprio per questa ragione, negli ultimi minuti, il segretario della Lega Matteo Salvini ha voluto ringraziare non solo gli elettori della sua Lega ma di tutto lo schieramento. Con un breve post pubblicato sui propri profili social, infatti, il capo politico del Carroccio si è così espresso per commentare i risultati di questa tornata elettorale: “Come sempre e più di sempre, anche questa volta dico grazie ai milioni di Italiane e di Italiani che ci hanno dato fiducia. Se i dati verranno confermati, da domani Lega e centrodestra saranno alla guida di quindici Regioni su venti! E anche dove non ce l’abbiamo fatta, tutti al lavoro con un solo obiettivo: aiutare, proteggere e far crescere la nostra bellissima Italia”.

    Per la Lega, peraltro, c’è una piccola-grande soddisfazione che arriva dalla Valle d’Aosta. Anche qui si è votato per il rinnovo del consiglio regionali e stando ai primi exit poll pubblicati – in attesa dei dati ufficiali e definitivi – il Carroccio sarebbe il primo partito con il 20-24% dei voti. Nella più piccola regione d’Italia l’affluenza alle urne è stata del 68,38%.


    Fonte originale: Leggi ora la fonte