F1:ecco Red Bull ‘For Real’, il lato umano di Max Verstappen

  • Le proposte di Reggini Auto

  • (ANSA) – ROMA, 25 MAR – “Sono Max Verstappen, e questa è la
    storia di come sono diventato il più giovane vincitore di una
    gara in Formula 1”. Inizia così il 3° episodio di “For Real”,
    dove il talento olandese si racconta, con onestà, umorismo e
    l’aiuto di un alter ego in versione animata.
        Gli atleti vivono una vita incredibile, e in ogni episodio della
    serie “For Real”, uno sportivo di alto livello condivide con il
    pubblico le storie più emozionanti, le esperienze più avvincenti
    e i momenti surreali della propria carriera. Il tutto con
    l’aiuto di divertenti animazioni che accompagnano il racconto.
        Verstappen, che oggi ha 23 anni, è sempre stato sotto i
    riflettori da quando, appena diciassettenne, è arrivato nel
    paddock di F1 come il pilota più giovane di sempre. Fin dagli
    esordi, ha convissuto con grandi aspettative, che sono cresciute
    dalla vittoria nel Gran Premio di Spagna del 2016, quando è
    diventato il più giovane vincitore di una gara di F1 a 18 anni e
    228 giorni. Max, come mostra il nuovo episodio, è consapevole
    delle sue responsabilità, ma riesce ugualmente a divertirsi.
        Nell’intervista, accompagnato da sequenze animate, un sorridente
    Verstappen ricorda alcuni degli aspetti più ironici dell’essere
    un fenomeno della F1, come il fatto di dover essere accompagnato
    in macchina da altri perché ai tempi non aveva la patente di
    guida, e svela anche come gli è stato annunciato che sarebbe
    entrato a far parte del team Red Bull Racing. Il filmato di
    sette minuti è arricchito da cameo animati e approfondimenti sui
    suoi genitori e il Red Bull Motorsports Advisor e Head of Driver
    Development Helmut Marko.
        Il momento più significativo è indubbiamente quando Verstappen
    racconta in prima persona della sua prima vittoria in F1 a
    Barcellona. “È stato bello fermarsi e ripensare alla mia prima
    vittoria in F1”, dice Verstappen. “Non è qualcosa che faresti
    normalmente a meno che qualcuno non te lo chieda, ed è
    divertente notare quanti piccoli particolari ricordi. Sembra
    passato molto tempo, visto che sto iniziando la mia settima
    stagione di F1, ma spero che anche voi vi possiate divertire a
    ricordare quei momenti insieme a me”. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte