Festa in Campidoglio per i 100 anni della Montalcini. La Gelmini: “Sei milioni contro la fuga dei cervelli”

Il premio Nobel, accolto in Aula Giulio Cesare, da un lungo applauso è stata festeggiata nel palazzo senatorio con un convegno scientifico. Il ministro Gelmini ha annunciato tra l’altro lo stanziamento di 500mila euro per la ricerca

Tutti in piedi per Rita Levi Montalcini. La cerimonia per i 100 anni della scienziata al Campidoglio a Roma si e’ aperta con una standing ovation e un lungo applauso dei partecipanti raccolti in Aula Giulio Cesare.
Ad accompagnare il premio Nobel, vestita in bordeaux, che proprio oggi festeggia il suo compleanno, il sindaco Gianni Alemanno con la moglie Isabella Rauti, il ministro dell’Istruzione Mariastella Gelmini e il sottosegretario alla Salute Ferruccio Fazio. La cerimonia proseguira’ per l’intera giornata con un convegno scientifico che sara’ chiuso dalla scienziata.

IL MESSAGGIO DELLA SCIENZIATA

«Quanto è stato detto oggi non poteva essermi più gradito, perchè i miei 100 anni sono legati alla ricerca scientifica e allo sviluppo dell’Ebri». Così il premio Nobel Rita Levi Montalcini ha ringraziato gli organizzatori e le autorità intervenute oggi, in Campidoglio, all’apertura del convegno promosso dall’Ebri per festeggiare i 100 anni della senatrice a vita. La scienziata ha poi rivolto un ringraziamento particolare al ministro per l’Università e la Ricerca, Maria Stella Gelmini, che nel suo intervento ha annunciato uno stanziamento di 500mila euro per l’Ebri, l’European brain research institute fondato dalla senatrice, e un finanziamento di 6 milioni di euro per il programma contro la fuga dei cervelli, che sarà intitolato alla stessa Montalcini.

«Mai avrei sperato in due regali così incredibili – ha commentato la scienziata – perchè sono molto preoccupata per la mancanza di fondi alla ricerca. Inoltre, quando negli anni ‘60 tornai in Italia, rimasi molto colpita dal capitale umano che noi avevamo e non sapevamo far fruttare. Il mio impegno all’Ebri è stato proprio quello di dare opportunità ai ricercatori italiani, bravissimi e pieni di calore umano».
Il premio Nobel ha poi sottolineato che il valore della ricerca va ormai al di là dei soli aspetti scientifici: «Possiamo dire che oggi sono cadute tutte le barriere tra sapere scientifico e umanistico».

IL MINISTRO GELMINI

«Sono lieta di annunciare, in questa occasione, che il ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, ha appena stanziato 500 mila euro per il centro fondato e diretto da Rita Levi Montalcini, perchè non potevamo rimanere indifferenti di fronte all’allarme che lei stessa ci ha lanciato nel corso della visita all’Ebri, che deve quindi continuare a vivere e a svolgere il suo prestigioso lavoro».
Così il ministro Maria Stella Gelmini, questa mattina nella conferenza di apertura del convegno dell’Ebri (European brain research institute) organizzato in Campidoglio per festeggiare il centesimo compleanno di Rita Levi Montalcini, ha voluto portare il suo personale dono alla scienziata premio Nobel.
«L’Ebri – ha continuato il ministro – è un centro di eccellenza animato da passione scientifica, impegno nel lavoro e spirito di squadra, gli stessi valori che fanno di Rita Levi Montalcini un modello»

  • Le proposte di Reggini Auto