Figlio uccide madre, accoltellata alla gola

  • Le proposte di Reggini Auto

  • (ANSA) – GABIANO, 24 NOV – “Ho ucciso mia mamma”. Queste le
    parole pronunciate da Antonio Cometti, 25 anni, quando si è
    consegnato ai carabinieri. Il giovane ha accoltellato Marina
    Mouritch, 53 anni compiuti il 2 novembre, di origine lituana,
    nella casa di famiglia a Gabiano (Alessandria). Il 25enne,
    disoccupato, era in cura da tempo per problemi di salute.
        Marina, casalinga, era sposata con Pasquale Cometti, che al
    momento dei fatti era al lavoro in una struttura ricettiva del
    paese. La famiglia è descritta come molto riservata; alternava
    periodi di residenza tra Gabiano e un’altra casa fuori Piemonte.
        Uno dei figli vive in provincia di Siena. “Sapevamo che vivevano
    anche in Toscana – conferma una vicina – ma non molto altro.
        Quello che è successo, anche se non li conoscevamo a fondo, non
    può che sconvolgerci”. “Un fatto orribile che ci rattrista”,
    commenta il sindaco del paese, Domenico Priora.
        Un primo esame medico-legale ha accertato che la donna è
    deceduta per le conseguenze di una coltellata alla gola. Ci sono
    anche dei tagli ai polsi, considerati riconducibili a dei
    tentativi di difesa.
        Stamani i carabinieri del Ris hanno compiuto un nuovo
    sopralluogo. Il coltello con cui la donna è stata colpita, nel
    rustico al civico 7 di viale Roma, a pochi passi dalla piazza
    del municipio, aveva una lama ad anima liscia di 30 centimetri.
        (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte