Fitch, S.Marino supera Italia: "AA" debito a lungo termine

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Nella pagella dell’economia sammarinese, la Fitch assegna doppia “A” sul debito a lungo termine. Malgrado la contingente crisi internazionale che sta travolgendo le economie di mezzo mondo San Marino sta riuscendo a mantenere il suo consolidato standard finanziario. Dai dati divulgati ieri dall’agenzia internazionale di valutazione di credito emerge che il ‘rating’ assegnato al Titano lo scorso anno, sul debito a lungo termine, si sia mantenuto dello stesso livello, con una valutazione di “AA”.

    Un risultato questo ancora più confortante, considerata la valutazione assegnata da Fitch alla vicina Italia, cioè “AA-“, sempre riguardo al debito a lungo termine. L’analisi sul deficit a breve termine invece ha ottenuto una valutazione meno brillante: “F1+” come quello dei cugini italiani; spicca invece un “AAA” per il tetto nazionale, stesso voto guadagnato anche in questo caso dall’Italia. Il rapporto accredita dunque a San Marino di avere un’economia sana, con un disavanzo pubblico tra i più bassi al mondo, un alto Pil pro capite e un tasso di crescita economica più marcato che in Italia. Per ciò che riguarda le finanze pubbliche sammarinesi si evince che hanno registrato un notevole miglioramento nel corso degli ultimi 10 anni: risultato ottenuto grazie agli avanzi di bilancio che dal 2003 si stanno riscontrando.

    In particolare, riguardo al sistema creditizio sammarinese, Andres Klaar, direttore associato di Fitch, ha fornito rassicurazioni sullo stato di salute delle banche dicendo che “hanno resistito bene alla tempesta finanziaria globale grazie alle proprie modalità di finanziamento, basata su depositi al dettaglio, i cui proventi sono ampiamente investiti nel mercato monetario”. In conclusione, secondo il rapporto dell’agenzia internazionale, la salute del sistema finanziario sammarinese è talmente buona che non deve temere le “minacce” della politica dell’Ue, tesa a mettere in discussione il segreto bancario. “Anche senza il segreto bancario- conclude infatti la valutazione di Fitch- San Marino continuerebbe ad attrarre investitori italiani, mantenendo aliquote basse e prudenza fiscale”.

    fonte: dire